Ottobre è il mese della prevenzione, al via la campagna Nastro Rosa 2011

Ottobre è il mese della prevenzione ed è al via la campagna Nastro Rosa 2011 per la lotta contro il cancro al seno, per tutto il seno si potrà usufruire di visite gratuite.

Campagna Nastro Rosa 2011

Anche quest’anno torna la campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno, una malattia che non guarda in faccia nessuno, che non ha età e che se ne frega degli impegni di lavoro, della famiglia e del tempo che non basta mai, quando arriva colpisce allo stomaco, rivoluziona tutto, cambia la vita per sempre. L’unica vera arma che noi abbiamo contro questa malattia è la prevenzione, la diagnosi precoce può veramente fare la differenza quindi approfittiamo del mese di ottobre e delle tante iniziative “rosa” per noi donne.

Il tumore al seno colpisce all’incirca una donna su 8 con 41 mila nuovi casi all’anno. Se trent’anni fa era solamente il 35% delle pazienti che riusciva a guarire, oggi il tasso di mortalità è sceso al 15, 20% ma in queste statistica la diagnosi precoce gioca un ruolo chiave, perchè significa cure meno invasive e anche la minor probabilità di sviluppare delle metastasi.
 
La Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, per tutto il mese di ottobre offre visite senologiche gratuite in 395 ambulatori e 106 sezioni provinciali della Lilt di tutta Italia, curare il proprio corpo non è solo mettere creme, stare a dieta e fare massaggi, ma è soprattutto salvaguardare la propria salute.
 
Per tutto il mese di ottobre in 395 punti Prevenzione LILT saranno a disposizione per visite senologiche e controlli clinici strumentali. Molte città di tutto il mondo parteciperanno all’iniziativa illuminando di rosa i loro monumenti. Noi possiamo sostenere la LILT acquistando il braccialetto nastro rosa in tutte le profumerie Douglas.
 
Se volete avere maggiori informazioni e sapere quali sono i centri più vicini a casa vostra potete contattare il numero verde SOS LILT 800-998877 o consultare i siti www.nastrorosa.it o www.lilt.it

Parole di Serena Vasta