Orso sbrana 40 pecore in una notte in provincia di Brescia: indagano i Forestali

Teatro della strage di capi di bestiame un allevamento tra Spiazzo e Pelugo in Val Rendena. Tutto sarebbe accaduto tra giovedì e venerdì scorsi. Le pecore uccise appartenevano a un giovane allevatore bresciano.

orso sbrana pecore

In una sola notte, un orso avrebbe sbranato 40 pecore in provincia di Brescia. Sul caso indagano i Forestali, ma sembra ormai certo si sia trattato di una mattanza avvenuta durante la caccia da parte di uno o più esemplari. I capi di bestiame appartenevano all’allevamento di un giovane bresciano.

Val Rendena: pecore uccise da un orso

L’allevamento comprende circa 750 pecore, e il giovane allevatore di Carpenedolo (Brescia) non avrebbe dubbi sulla natura dell’assalto al suo gregge: la colpa sarebbe di un orso (o forse più di uno).
La strage di pecore è avvenuta nella notte tra giovedì e venerdì, nelle campagne tra Spiazzo e Pelugo in Val Rendena.
Il proprietario, insieme ai genitori e un aiutante, stava risalendo verso la malga Stablei con circa 750 pecore al seguito, quando ha udito un trambusto inequivocabile: “Intorno alle 5 del mattino abbiamo sentito un gran movimento, e i belati disperati delle pecore. Ci siamo precipitati: cinque pecore erano in terra morte e in parte mangiate, altre 34 erano scomparse. Abbiamo trovato una pecora nel giardino di una casa sopra Pelugo”.

L’orso avrebbe divelto le recinzioni

Il gregge era ubicato all’interno di una porzione di terreno recintato con rete elettrificata, che l’orso avrebbe divelto con facilità.
Del caso si occupano i Forestali, mentre cresce la paura tra gli allevatori del luogo. Non molto tempo fa, un orso fu avvistato e segnalato proprio in quel territorio.

Parole di Giovanna Tedde