Oristano, donna trovata morta in spiaggia: arrestato il marito

Svolta nel giallo della morte di Brigitte Pazdernik, scomparsa da Narbolia il 10 ottobre scorso e trovata senza vita in un litorale dell'Oristanese tre giorni dopo.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 24 gennaio 2019

Oristano, donna trovata morta in spiaggia: arrestato il marito
Foto: l'esterno del carcere di Massama (Oristano) in cui è stato rinchiuso Giovanni Perria, accusato dell'omicidio della moglie/Ansa

Svolta nelle indagini sulla morte di Brigitte Pazdernik, tedesca 76enne trovata morta in spiaggia lo scorso 13 ottobre, nell’Oristanese. Arrestato il marito, Giovanni Perria, al termine di una complessa attività investigativa culminata con un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Morte di Brigitte Pazdernik: arrestato il marito

Il giallo della 76enne Brigitte Pazdernik, trovata morta nel litorale di San Vero Milis il 13 ottobre scorso, arriva a una prima importante svolta.

Poche ore fa la Squadra mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del marito 78enne della vittima, Giovanni Perria, misura disposta dal gip del Tribunale di Oristano.

L’arresto dell’uomo è scattato al termine di una complessa fase d’indagine che ha tenuto gli inquirenti impegnati per mesi.

La donna era scomparsa il 10 ottobre 2018 dalla sua casa di Narbolia, in provincia di Oristano. Tre giorni dopo, il ritrovamento del suo cadavere.

Perria è accusato di omicidio, ed è stato trasferito nel carcere di Massama. A destare i primi sospetti sulla sua posizione sarebbero state alcune contraddizioni nelle dichiarazioni rese a margine dei fatti.

Immediato il sequestro dell’automobile e dell’abitazione della coppia. Giovanni Perria e Brigitte Pazdernik si erano conosciuti in Germania. Lui, emigrato per lavoro da anni, aveva fatto ritorno a Narbolia con la consorte dopo il pensionamento.