Come scegliere gli occhiali da vista? Ecco qualche consiglio utile

Scegliere gli occhiali giusti per il proprio viso non è sempre facile. Ecco alcuni consigli in base ai propri lineamenti, il colore della pelle e il colore dei capelli.

Come scegliere gli occhiali da vista? Ecco qualche consiglio utile

Foto Shutterstock | Rido

Si fa presto a dire “occhiali da vista”: rispetto a qualche anno fa, gli occhiali sono diventati non solo una necessità per vedere meglio, ma anche una parte essenziale dell’outfit di chi li indossa. Proprio per questa ragione, è necessario scegliere gli occhiali più confacenti alle proprie esigenze coniugando questi due aspetti: il design ed il confort.

I diversi tipi di lente

Scegliere gli occhiali da vista significa partire dalle lenti giuste, come le lenti di Essilor, azienda che nel 2018 si unita con il marchio italiano Luxottica. Ne esistono, infatti, diverse tipologie. Le più utilizzate sono quelle classiche, ovvero le lenti monofocali, pensate per correggere un solo difetto visivo. Ci sono, poi, le lenti progressive che correggono diversi difetti visivi, e consentono una visione nitida e graduale sia da lontano che da vicino, senza cambiare occhiali. Per chi è particolarmente sensibile ai raggi solari o pratica sport, le lenti polarizzate sono la soluzione giusta. Si tratta, infatti, di lenti con dei micro cristalli che filtrano i raggi solari, in particolare in montagna. Le lenti fotocromatiche, invece, sono delle particolari lenti che correggono un difetto visivo ma al contempo fungono da occhiali da sole, scurendosi quando c’è il sole. Questa particolare tecnologia, consente di non cambiare sempre gli occhiali da vista con quelli da sole. Un’altra caratteristica da considerare per la scelta delle lenti, è il materiale. Ormai, il vetro minerale, non è più tanto gettonato: la maggior parte delle lenti ormai è realizzata in materiale organico. Inoltre, è bene considerare la possibilità di aggiungere speciali trattamenti, come quello antiriflesso (che protegge la vista dalle vibrazioni luminose), quello antigraffio, e quello anti-luce blu, adatto per chi trascorre molto tempo al pc.

Scegliere la montatura giusta

La montatura degli occhiali da vista deve tenere conto non solo delle caratteristiche strutturali delle lenti, ma anche della forma del viso. Infatti, al giorno d’oggi, gli occhiali vengono considerati un vero e proprio accessorio alla moda, ma non a tutti stanno bene le stesse montature. Ad esempio, chi ha un viso ovale, pur avendo ampia possibilità di scelta, sicuramente troverà più confacenti quelle rettangolari, così come chi ha il viso allungato ed una fronte particolarmente alta. Viceversa, chi ha un viso quadrato, sicuramente sta meglio con occhiali dal design arrotondato. Per i visi rettangolari, vanno bene in particolar modo le montature caratterizzate da un ponte ampio. Oltre alla forma del viso, bisogna considerare anche le caratteristiche morfologiche. È fondamentale scegliere un paio di occhiali che aderiscono bene al naso, che “nascondano” le sopracciglia, ed inoltre che non tocchi gli zigomi, poiché potrebbe lasciare dei segni.

Il materiale adatto

Le montature vengono realizzate in più materiali. Ma come si fa a scegliere quello adatto? Negli ultimi anni, il materiale di tendenza più gettonato è il metallo, che permette di realizzare occhiali molto leggeri, dal design minimal. Oltre alle montature interamente in acciaio, titanio (perfetto per gli allergici al nichel) o altri metalli, vi sono anche delle montature che combinano metalli ed altri materiali. Altrettanto gettonati sono gli occhiali in materiale plastico, precisamente in acetato di cellulosa. Questo materiale, permette di realizzare montature di diverse forme e colori, è molto leggero quindi altamente confortevole.