Occhiali più leggeri e colorati: i trend dell'inverno 2020

Gli occhiali per l'inverno 2020 sono più leggeri, colorati e realizzati con materiali che pensano anche all'ambiente

Occhiali più leggeri e colorati: i trend dell’inverno 2020

Unsplas | Thiago Charlos Machado

Negli ultimi 9 mesi abbiamo passato tantissimo tempo davanti al computer e gli occhiali sono diventati uno strumento sempre più fondamentale.
Tra serie tv e smart working, a risentirne è ovviamente la vista.

Così, il mondo dell’occhialeria sta cambiando la sua offerta e, in vista dell’inverno, ha deciso di proporre nuove montature e lenti che tengono conto del momento storico che stiamo vivendo. In aumento le lenti “degressive”, le cosiddette lenti “office”, che stando alle indicazioni dei produttori si adattano a diverse distanze grazie ad una maggior profondità di campo. Inoltre, rispetto alle più classiche lenti da lettura, permettono di vedere meglio senza assumere posizioni sbagliate.

Gli occhiali avranno montature più sottoli e leggere

Le montature, invece, diventano più sottili e più leggere. Sono infatti realizzate in “beta titanio”, ottone, rame o alluminio per i modelli di tipo “pantos”, occhiali rotondi particolarmente amati negli anni ’80 e tornati recentemente di moda.

I trend per gli occhiali e le risposte ai “nuovi” problemi alla vista post-lockdown sono stati al centro di Dataeyewear (DaTE), la fiera dell’occhialeria indipendente, artigianale e di nicchia, che si è svolta alla Leopolda di Firenze.

Fra le novità il ritorno delle forme piccole, tonde, pantos, squadrate, ovali ma anche spigolose e triangolari” ha raccontato ad Ansa Cristina Frasca, ideatrice e fondatrice di DaTE. Anche se, ha precisato, tra i produttori indipendenti il trend principale è “nessuna tendenza” per quanto riguarda forme, colori e materiali.

Anche gli occhiali a mascherina continuano ad avere successo, ma sono mascherine diverse da quelle anni ’80 e ’90 a cui siamo abituati, con forme più moderne e lenti flat, cioè perfettamente piatte” ha continuato Frasca.

Dal fluo alle nuance chiare, il 2020 è l’anno dei colori

Per quanto riguarda i colori, invece, si passa dai colori fluo alle nuance più scure, fino ai “toni tartarugati e ispirati alla natura come beige, verde chiaro e rosa tenue”.

Come detto cambiano anche i materiali con cui vengono realizzati gli occhiali. “Spiccano l’uso del beta titanio, del magnesio, del rame, dell’ottone e dell’alluminio”. Inoltre, c’è anche molta attenzione verso l’ambiente, grazie all’utilizzo, ad esempio, dell’acetato biodegradabile N49, che continua ad essere tra i materiali ampiamenti utilizzati.

Un metodo efficace per risolvere l’appannamento delle lenti: la schiuma da barba

Un problema emerso con la pandemia, a “causa” dell’utilizzo delle mascherine, è l’appannamento delle lenti. Tutti coloro che indossano gli occhiali avranno infatti notato che le lenti con la mascherina si appannano dopo pochi minuti.

In commercio esistono diversi prodotti spray che, spruzzati sugli occhiali, impediscono alle lenti degli occhiali di appannarsi. Per chi non volesse fare acquisti, però, esiste anche un rimedio anti-appannamento casalingo: la schiuma da barba.

Basterà infatti applicare una piccola quantità di schiuma sulle lenti, strofinarle e infine asciugarle con un panno in microfibra per evitare che gli occhiali si appannino. Così, potrete finalmente vedere quello che vi succede intorno senza problemi.

Parole di Alanews