Nonno molesta la nipotina a letto, denunciato si difende: ‘Sono sonnambulo’

A denunciare l'uomo è stata la stessa figlia, madre della piccola vittima che non avrebbe mai creduto alla versione fornita dopo essere stato scoperto.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 12 dicembre 2018

Nonno molesta la nipotina a letto, denunciato si difende: ‘Sono sonnambulo’
Foto: Pixabay

Incastrato dal racconto della nipotina, che a 9 anni sarebbe stata palpeggiata dal nonno nel suo letto: per un 67enne è scattata l’accusa di abusi sessuali su minore. In sua difesa, dopo la denuncia da parte della madre della piccola, ha dato una giustificazione sconvolgente.

Nonno accusato di abusi sessuali

La bimba di 9 anni che avrebbe subito molestie da parte del nonno ha raccontato tutto alla madre. È stata quest’ultima a sporgere denuncia contro di lui, un 67enne di Burlington (Iowa) che ora rischia l’incriminazione per abusi sessuali su minore.

Secondo la versione della donna, l’indagato avrebbe approfittato del fatto che la nipotina dormisse per palpeggiarla insistentemente.

Chiamato a rispondere della pesante accusa, il nonno ha fornito la sua giustificazione: “Sono sonnambulo, non posso controllare dove va la mano mentre dormo“.

Nonostante il tiepido tentativo di alleggerire la sua posizione, per Arthur Kenny si sono aperte le porte del carcere, denunciato dalla figlia che non gli avrebbe mai creduto.

I fatti contestati risalgono allo scorso novembre, quando la minore sarebbe rimasta a dormire a casa del nonno.

Per scampare a quelle molestie, la piccola ha riferito di aver finto di dover andare in bagno, divincolandosi e scappando dalla stanza. Il 67enne è ora in attesa di processo.

LEGGI ANCHE: Nonno abusa della nipotina di 4 anni