Neonato ucciso da una scimmia: strappato alla madre, trovato morto su un tetto

Il dramma, pur nella sua carica di assurdità, non sarebbe un unicum in quella regione. Pochi minuti prima, infatti, anche una 14enne sarebbe stata aggredita dallo stesso esemplare.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 15 novembre 2018

Neonato ucciso da una scimmia: strappato alla madre, trovato morto su un tetto
Foto: Pixabay

Cronaca dell’orrore in India, dove un bambino di appena 12 giorni è stato trovato morto sul tetto di una casa, nella regione settentrionale dell’Uttar Pradesh. A ucciderlo sarebbe stata una scimmia, che avrebbe strappato il neonato dalle braccia della madre che lo allattava. Il caso è rimbalzato sui media internazionali, ma non sarebbe un episodio isolato.

Scimmia uccide un neonato

Il piccolo Arush, come riporta il Mirror, aveva soltanto 12 giorni di vita ed è morto in circostanze terribili. La madre, secondo le ricostruzioni, lo stava allattando nella sua casa quando una scimmia sarebbe entrata e lo avrebbe letteralmente strappato dalle sue braccia.

La donna e suo marito, insieme ad alcuni vicini, si sarebbero lanciati all’inseguimento dell’animale, ma ne avrebbero poi perso le tracce.

Poche ore dopo, il neonato è stato ritrovato sul tetto di una casa, agonizzante, poco lontano dalla residenza dei genitori.

Per il bambino non c’è stato nulla da fare: i sanitari intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, lo scorso 12 novembre.

Secondo il racconto del padre, ancora sotto shock per la tragedia, la scimmia sarebbe entrata nell’abitazione perché la porta era aperta.

Lo stesso esemplare avrebbe aggredito anche una 14enne nello stesso quartiere. Il fatto, avvenuto circa 15 minuti prima di quello che ha avuto come protagonista il piccolo Arush, non avrebbe avuto gravi conseguenze perché la minorenne sarebbe riuscita a difendersi per poi scappare. Sul corpo del neonato sarà eseguita l’autopsia.