Neonato abbandonato in un armadietto per 5 anni: arrestata la madre

Sarebbe stata proprio la donna a costituirsi alle autorità, temendo di essere smascherata perché aveva dimenticato le chiavi nella casa da cui era stata sfrattata. Per questo avrebbe giocato d'anticipo consegnandosi alla polizia e indirizzandola sul luogo del ritrovamento.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 25 settembre 2018

Neonato abbandonato in un armadietto per 5 anni: arrestata la madre
Foto: Pixabay

Scoperta shock in Giappone, dove il corpo di un neonato è stato trovato stipato dentro un armadietto a monete per il bagaglio di una stazione di Tokyo. A nasconderlo lì, mantenendo il segreto per 5 lunghi anni, sarebbe stata la madre, oggi 49enne. La donna avrebbe confessato le sue responsabilità.

Corpo di un neonato in un armadietto

La macabra scoperta della polizia giapponese, in una stazione di Tokyo, ha lasciato senza parole persino gli inquirenti. Dentro un armadietto a monete per il bagaglio, è stato rinvenuto il corpo di un neonato che sarebbe rimasto lì per 5 anni.

In manette è finita la madre oggi 49enne, Emiri Suzaki, che ha dichiarato di aver occultato il figlio nato morto. Lo riporta il Japan Times, con uno stralcio della confessione: “Sono andata nel panico dopo aver partorito un bambino non vivente e ho nascosto il corpo perché non sapevo come gestirlo“.

Questa la giustificazione della madre, che ha portato la polizia dritta sul luogo in cui aveva abbandonato il neonato. Si è costituita perché in preda alla paura che qualcuno potesse trovare la chiave di quell’armadietto, nella casa da cui era stata sfrattata, e potesse andare a controllare cosa fosse custodito al suo interno.

Pochi giorni fa, la vicenda di una donna che ha gettato il neonato in un secchio per poi abbandonarlo. Uno dei casi di neonati gettati via più drammatici delle recenti cronache.