Napoli: grave un bimbo di un anno per una malattia genetica. Si cerca un donatore di midollo

L'appuntamento è per sabato, dalle 9 alle 19, in Piazza Trieste e Trento a Napoli

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 23 ottobre 2018

Napoli: grave un bimbo di un anno per una malattia genetica. Si cerca un donatore di midollo
Foto: Pixabay

Il piccolo Alessandro è nato prematuro a 30 settimane. A solo un anno e mezzo si è sentito male mentre era al mare con i genitori, mamma napoletana e padre inglese. La febbre altissima, a 40, non passava e così i genitori hanno pensato di riportare il figlio nella città in cui la famiglia risiede, Londra. Dopo innumerevoli controlli medici, al bimbo è stata diagnosticata la Linfoistiocitosi Emofagocitica. E’ una patologia che colpisce solo lo 0,002% della popolazione e nel 50% dei casi è letale entro il primo mese di vita. Il trapianto di midollo è la sua unica speranza di sopravvivenza.

I genitori di Alessandro hanno lanciato un appello, il loro obiettivo è trovare in tempi brevissimi un donatore compatibile di midollo osseo. E’ opportuno ricordare che oggi per donare il midollo basta un semplice prelievo di sangue.

‘Vi prego di venire sabato, dalle 9 alle 19, in Piazza Trieste e Trento a Napoli. Ci saranno due Gazebi per trovare un possibile donatore, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, per il piccolo Alessandro’, ha scritto su Facebook, Iris Savastano, consigliere della Municipalità I.

Vi prego di venire sabato, dalle 9 alle 19, in Piazza Trieste e Trento. Ci saranno due Gazebi per trovare un possibile donatore, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, per il piccolo Alessandro.

Pubblicato da Iris Savastano su Lunedì 22 ottobre 2018

Alessandro ora si trova in Inghilterra, dove i medici lo hanno sottoposto a una cura sperimentale, ma si tratta di un provvedimento tampone.