Napoli, giovane maestra muore nel sonno: aveva 33 anni

Incredulità e dolore hanno fatto irruzione nel mondo di Arianna Mele, morta improvvisamente senza aver mai accusato un malore o un sintomo che facesse presagire il peggio. Due lauree e un grande amore per i suoi allievi, poi la fine.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 6 novembre 2018

Napoli, giovane maestra muore nel sonno: aveva 33 anni
Foto: Pixabay

Arianna Mele, maestra 33enne, è morta nel sonno. Una tragedia che ha devastato un’intera comunità, che ora piange la perdita di una donna che tutti descrivono come speciale. Insegnava al 58° Circolo didattico Kennedy al Monterosa di Napoli. Sullo sfondo del dramma non ci sarebbe stato alcun segnale pregresso.

Muore nel sonno a 33 anni

Non avrebbe mai accusato un malore e nessun sintomo, prima della morte, avrebbe fatto intuire l’imminente, tragico epilogo. Per Arianna Mele, maestra di 33 anni, la morte è arrivata nel sonno, pochi giorni dopo aver scelto il completo per la sua seconda laurea.

Lavorava presso la scuola del 58° Circolo didattico Kennedy a Napoli, dove oggi colleghi e allievi la ricordano con immenso affetto.

Andata a letto tranquilla, dopo aver sentito qualche amica per telefono, non si è più svegliata. Dopo il diploma magistrale si era iscritta in Scienze della Formazione, laureandosi nel 2009. Poi il sogno della seconda laurea e tantissime ambizioni, prima fra tutte quella di essere un’insegnante sempre pronta a crescere i suoi alunni.

Secondo quanto emerso, la 33enne non avrebbe mai avuto problemi di salute e non è ancora chiara la causa del decesso. Poche settimane fa il caso di una 22enne, morta nel sonno dopo aver scoperto di essere incinta.