Napoli, esplode airbag: grave una bambina di 2 anni

La minore è arrivata all'ospedale San Paolo in condizioni disperate: cianotica e in preda a un arresto cardiaco, sarebbe stata portata nel nosocomio dal padre e da un'altra persona su uno scooter.

da , il

    Napoli, esplode airbag: grave una bambina di 2 anni

    Gravissima una bambina di 2 anni a Napoli, dopo l’esplosione dell’airbag nell’auto su cui si trovava insieme ai genitori. A portarla in ospedale, al San Paolo, sarebbe stato il padre insieme a un’altra persona a bordo di uno scooter. La piccola era cianotica, in arresto cardiaco. Si trova ora in terapia intensiva.

    Esplode l’airbag: bambina in arresto cardiaco

    La dinamica dei fatti è stata descritta dal padre della bambina che ora versa in gravi condizioni dopo il drammatico episodio.

    All’arrivo nel nosocomio, era in arresto cardiaco e i sanitari hanno attivato tutte le procedure di rianimazione e stabilizzazione, poi intubata e trasferita all’ospedale Santobono.

    La dinamica descritta dal padre

    A raccontare cosa sarebbe accaduto a sua figlia è stato il padre. Il gravissimo trauma facciale riportato dalla bambina sarebbe stato causato dall’esplosione dell’airbag, dopo l’impatto della sua auto contro il guardrail.

    La minore si trovata sul sedile anteriore in braccio alla mamma, secondo quanto ricostruito dal genitore, quando questi ha perso il controllo del veicolo.

    L’airbag avrebbe schiacciato il torace della piccola, e stando a quanto emerso dai primi rilievi, i due genitori non avrebbero indossato le cinture di sicurezza. L’incidente è avvenuto in via Cintia, poco dopo l’ingresso della tangenziale in direzione Pianura.