Muore di meningite a tre anni, l’accusa dei genitori: “L’ha contratta all’asilo”

Come lui, un altro bambino sarebbe stato ricoverato con la stessa malattia, e frequentava la stessa scuola per l'infanzia. Una setticemia da meningococco non ha dato scampo al minore, deceduto lo scorso 27 marzo. Oggi il papà e la mamma puntano il dito contro l'asilo.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 4 aprile 2018

Muore di meningite a tre anni, l’accusa dei genitori: “L’ha contratta all’asilo”

Muore a tre anni di meningite, per i genitori l’avrebbe contratta all’asilo. Il motivo di questa grave accusa è che un altro bambino, della stessa scuola del piccolo, aveva manifestato i sintomi della malattia ed era stato ricoverato, poi dimesso. Il figlio della coppia non ha avuto scampo, morto poche ore dopo il ricovero per una setticemia da meningococco, lo scorso 27 marzo.

Morto a tre anni per colpa del meningococco

Il bambino inglese di tre anni è morto il 27 marzo scorso in ospedale, alla Royal Lancaster Infirmary. Poche ore dopo il ricovero, la setticemia da meningococco non gli ha dato scampo ed è morto.
I genitori puntano il dito sulla scuola materna di Galgate, Regno Unito, frequentata dal loro figlio. Un altro minore, infatti, avrebbe manifestato i sintomi della malattia per poi essere dimesso dall’ospedale.

Le rassicurazioni del Dipartimento della Salute inglese

Dopo le accuse dei genitori del bambino morto in Inghilterra, la Public Health England ha garantito il massimo sforzo per la tutela di chi, tra minori e insegnati, frequenta quell’asilo.
Grainne Nixon, consulente del Dipartimento della Salute, ha spiegato quanto segue: “Sebbene la malattia da meningococco sia rara, le persone dovrebbero essere consapevoli dei sintomi che possono includere febbre, mal di testa, respiro accelerato, sonnolenza, brividi, vomito e mani e piedi freddi”.
L’individuazione precoce dei sintomi può consentire un decorso favorevole: è fondamentale riconoscere i segnali e non trascurarli.