Morta l'ex compagna di Puff Daddy, Kim Porter: aveva 47 anni, è giallo

Sul giallo sarebbe stata aperta un'inchiesta. Al momento restano ignote le cause del decesso, ma quel che appare chiaro è che la modella 47enne avrebbe telefonato al suo medico poco prima di morire.

kim porter

Foto: Ansa

È morta Kim Porter, ex compagna del rapper Puff Daddy e modella affermata nel fashion system. Aveva 47 anni e sul suo decesso sarebbe stata aperta un’inchiesta. Il corpo senza vita è stato trovato nella sua casa di Los Angeles, e sembra che poche ore prima del ritrovamento avesse chiamato il suo medico per un malore.

Giallo sulla morte della modella Kim Porter

La morte della modella 47enne Kim Porter è ancora un giallo. Il cadavere della donna, ex compagna dell’artista Puff Daddy, è stato trovato nella sua residenza californiana, a Los Angeles. Ignote, al momento, le esatte cause del decesso.

La notizia è rimbalzata sui media internazionali dopo il lancio del sito TMZ, secondo cui ci sarebbe stata anche una telefonata della vittima al suo medico nelle ore precedenti alla morte.

Da qualche settimana, la statunitense avrebbe sofferto di sintomi riconducibili a una polmonite, subentrati in seguito a una banale influenza.

La storia d’amore tra la modella il rapper era iniziata nel 1994, e dopo un incessante susseguirsi di tira e molla, si era conclusa definitivamente nel 2007. Tre i figli nati dalla loro unione.

LEGGI ANCHE: Morto Craig Mack, rapper scoperto da Puff Daddy: aveva 46 anni

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…