Milano, raddoppiato il numero dei bambini vegani nelle mense scolastiche

Le famiglie scelgono per sé e i propri figli un regime alimentare vegano principalmente per due ragioni: la convinzione di ottenere un beneficio sulla salute e l'amore incondizionato per gli animali

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 4 ottobre 2018

Milano, raddoppiato il numero dei bambini vegani nelle mense scolastiche
Foto: Pixabay

Sono passati i tempi in cui i bambini all’asilo e a scuola aspettavano l’ora di pranzo per gustarsi un trancio di pizza, oppure un piatto di maccheroni al ragù, oggi il numero dei baby vegani, nelle mense scolastiche milanesi è raddoppiato. I dati sulle diete speciali etico religiose arrivano da Milano Ristorazione, l’azienda che si occupa del servizio di ristorazione in tutti gli istituti dagli asili alle scuole medie nel capoluogo lombardo. Nel 2017 sono stati 8.503 i bambini che hanno seguito una dieta speciale.

Osservando un po’ i numeri emerge che la quantità di bambini che non mangia solo carne di maiale è lievitata del 21% dal 2013, mentre la percentuale di coloro che non mangiano del tutto la carne è salita del 60%, passando da 2.860 a 4.577 casi in soli cinque anni.

Poi c’è una categoria ‘emergente’ che si sta sviluppando rapidamente, ovvero quella dei baby vegani: bambini che si presentano con pranzi a base di ceci, piselli, paste bio e quinoa. Sono in totale 222 con un incremento del 111%. La dieta vegana anche a scuola un fenomeno che sta prendendo molto piede soprattutto nel Nord Italia.

Nel 38,5% dei casi la famiglia sceglie un regime alimentare vegano nella convinzione che possa apportare notevoli benefici alla salute, mentre nel 20,5% è frutto di un profondo amore per il genere animale.