Michelle Obama scende in campo per difendere Jill Biden

Professoressa di inglese al Northern Virginia Community Colleg, Jill Biden sarà la prima donna a svolgere un lavoro retribuito da First Lady

michelle obama Jill Biden

Foto Getty Images | Chip Somodevilla

Da Michelle Obama a Melania Trump, le First Lady svolgono da sempre un ruolo fondamentale nella vita pubblica degli Stati Uniti. Dopo le controverse elezioni 2020, Trump si accinge a lasciare la Casa Bianca, insieme alla moglie Melania, per lasciare il posto al futuro presidente Joe Biden e a sua moglie Jill. Eppure, non c’è stato neanche il tempo di mettere piede alla White House, che Jill Biden è finita nel mirino delle polemiche.

La futura First Lady nel mirino delle polemiche

Il motivo? La futura First Lady, laureata alla University of Delaware e con un master alla West Chester University e un dottorato sempre alla Delaware, si fa chiamare “dottoressa”, come testimonia anche il suo profilo Instagram. Una richiesta che ha evidentemente infastidito il giornalista del Wall Street journal Joseph Epstein, che in un articolo si è scagliato contro la futura First Lady, invitandola a non farsi chiamare “dottoressa”, dal momento che non è un medico.

Jill Biden lascerà il suo lavoro di insegnante

Ma perché tanto astio nei confronti di Jill Biden? Il motivo potrebbe essere più semplice e assurdo di quanto crediamo: infatti, la futura First Lady ha scelto di non abbondonare la carriera di insegnante per svolgere i compiti cerimoniali accanto al marito Joe. Per quanto possa suonare assolutamente normale, la scelta di Jill Biden costituisce un unicum nella storia degli Stati Uniti d’America, come ci ricorda la giornalista Keli Goff sul The Guardian. Dal 2009 è professoressa di inglese al Northern Virginia Community College ed è la prima donna ad aver svolto un lavoro retribuito mentre il marito ricopriva la carica di vicepresidente degli Stati Uniti.

Michelle Obama scende in campo per difendere l’amica

In seguito alle polemiche che hanno investito Jill Biden, è scesa in campo anche la ex First Lady Michelle Obama, famosa non solo per il ruolo attivo svolto accanto al marito Barack, ma per le numerose battaglie sociali intraprese negli anni, a favore della parità di genere e della lotta alla discriminazione razziale.

Veniamo messe in dubbio da coloro che scelgono la debolezza della derisione piuttosto che la forza del rispetto. E’ davvero questo l’esempio che vogliamo dare alla prossima generazione?” si chiede Michelle Obama in difesa dell’amica Jill Biden, che, durante il mandato Obama, ha attivamente collaborato con lei e con i rispettivi mariti riuscendo a conciliare “più di una responsabilità alla volta, dai suoi doveri di insegnante ai suoi obblighi ufficiali alla Casa Bianca ai suoi ruoli di madre, moglie, e amica“.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.