Michael B. Jordan è il "sexiest man alive" del 2020

Michael B. Jordan è stato incoronato dalla rivista People come "uomo vivente più sexy" del 2020. Nel 2019 il premio è andato a John Legend

michael b jordan

Getty Images for The Blackhouse Foundation | David Becker

Dal 1985 la rivista americana People sceglie “l’uomo vivente più sexy”. Il premio, che prima veniva assegnato senza rispettare un calendario preciso, dal 1977 viene consegnato alla fine di novembre. Negli anni sono stati premiati, tra i tanti, Adam Levine, Jude Law e Ryan Reynolds. Nel 2020 a portarsi a casa l’ambito trofeo è l’attore statunitense Michael B. Jordan.

No, se ve lo state domandando non c’è nessun legame di parentela con il grande campione di basket Michael Jordan. E forse il suo nome non vi dirà nulla ma Michael B. Jordan, 33 anni, è apparso in diversi film famosi, come Creed, Black Panther e Fantastic 4 – I Fantastici Quattro.

L’attore ha scoperto di essere il “sexiest man alive 2020” durante il celebre programma Jimmy Kimmel Live! e ha scherzato sul fatto che le donne della sua famiglia “sono molto orgogliose di questo riconoscimento”.

Il suo secondo nome in swahili significa “nobile promessa”

Nato a Santa Ana, in California, il 9 gennaio 1987, Michael è il secondo dei tre figli di Donna David e Michael A.G. Jordan. Il suo secondo nome, Bakari, in lingua swahili significa “nobile promessa”.

Dopo aver preso parte a diversi spot pubblicitari, Jordan ha debuttato come attore all’età di 12 anni ottenendo piccole parti nelle serie televisive Cosby e I Soprano. Ha inoltre ottenuto il suo primo ruolo cinematografico nel film Black&White.

Ancor prima di intraprendere la carriera da attore, però, Michael B. Jordan ha fatto il modello per bambini per diverse aziende e marchi. Dopo aver recitato in Hardball, al fianco di Keanu Reeves, l’attore ha ottenuto più attenzione grazie al suo ruolo, secondario ma comunque fondamentale, nella prima stagione della serie The Wire di HBO.

Michael B. Jordan ha ottenuto il successo grazie al film Rocky, Creed – Nato per combattere

Nel 2012 ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista, interpretando Steve Montgomery nel film Chronicle, che racconta la storia di tre adolescenti che sviluppano poteri sovraumani.

Michael B. Jordan è decisamente apprezzato non solo dal pubblico, ma anche dalla critica. Jordan infatti è stato nominato, nel 2013, come “attore da osservare” proprio da People e Variety e il Time lo ha nominato come una delle 30 persone under 30 che stavano cambiando il mondo.

Dopo aver interpretato Jhonny Storm, la torcia umana, nei Fantastici 4, ha riscosso un enorme successo grazie al suo ruolo da protagonista nel film Rocky, Creed – Nato per combattere, spin-off della saga di Rocky Balboa. Qui Jordan ha interpretato la parte di Adonis Creed e recitato al fianco di Sylvester Stallone.

L’attore è molto attivo sulle tematiche sociali

Oltre ad essere un bravissimo attore e l’uomo più sexy del mondo, Michael B. Jordan è anche molto attivo sulle tematiche sociali. Quest’estate ha infatti partecipato attivamente alle proteste del movimento Black Lives Matter e si è fatto portavoce, in molte occasioni, dei diritti delle persone di colore. Inoltre, è stato politicamente attivo anche durante il periodo delle elezioni americane.

Inoltre, l’attore ha anche fondato la Outlier Society Productions, la sua casa di produzione. Forse non è una novità. Michael B. Jordan non è infatti il primo ad aprire una propria attività di questo tipo, ma la sua casa di produzione è stata la prima ad adottare una politica di inclusione. Come? Semplice, imponendo ai registi di scegliere un cast e una crew diversificata.

Se tutto questo non dovesse bastarvi per innamorarvi di lui, Jordan ha spesso utilizzato la sua notorietà per parlare della malattia di cui è affetta la madre, il Lupus. Grazie al suo grande impegno, il Times lo ha inserito tra le 100 persone più influenti del mondo nel 2020.

Michael B. Jordan quest’anno ha decisamente collezionato un sacco di riconoscimenti e chissà che cosa gli riserverà il futuro.

Getty Images | Rich Fury

Qualche curiosità sul premio Sexiest Man Alive

Come già detto, il premio viene assegnato dal 1985 e l’origine del titolo è piuttosto interessante. Infatti, il nome del premio deriva da una discussione su un articolo su Mel Gibson, primo vincitore del sexiest man alive, in cui un’editrice ha esclamato: “Oh mio Dio! È l’uomo vivente più sexy”.

Il più giovane vincitore, ad oggi, è stato John F. Kennedy Jr. nel 1988. Inoltre, è attualmente anche l’unico premiato non attore.

Nel 1993, invece, è stato assegnato per la prima volta un premio condiviso, che è andato a Cindy Crawford e Richard Gere, che ha rivinto il premio in solitaria nel 1999.

Richard Gere non è però l’unico attore ad avere ottenuto il riconoscimento come uomo più sexy vivente per ben due volte. A fargli compagnia ci sono: Brad Pitt, Johnny Deep e George Clooney.

Se Denzel Washington, nel 1996, è stato il primo afroamericano ad ottenere il titolo, Ryan Reynold è stato invece il primo attore canadese, nel 2012.

Infine, nel 2019, il premio come sexiest man alive è andato a John Legend.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.