Mestruazioni: i diversi tipi di assorbenti

Esiste una vasta scelta di assorbenti per "quei giorni": esterni, interni, riutilizzabili e i salvaslip. Quelli esterni sono di varie lunghezze e spessori, con le ali o senza.

Assorbente

 
Sapevate che fino a non molti anni fa le donne avevano a disposizione solo delle pezze di stoffa per assorbire il flusso durante le mestruazioni
Per fortuna il progresso ci ha messo a disposizione vari “sistemi” per sentirci a nostro agio in quei giorni.
 
Per fortuna, oggi, abbiamo l’imbarazzo della scelta. Al posto delle pezze di stoffa possiamo utilizzare gli assorbenti esterni, realizzati in materiali anallergici, e che evitano il ritorno del sangue in superficie.  
Possiamo sbizzarrirci nella scelta: lunghi per la notte, con o senza ali, sottilissimi o più spessi, con estratti di piante, tipo malva, camomilla e aloe, e con i filtranti ricamati!
 
Ci sono anche gli assorbenti interni, che però sono sconsigliati da parecchi ginecologi perchè potrebbero causare delle infezioni interne. L’assorbente interno va cambiato ogni 4 ore circa, e non vanno utilizzati per tutta la durata del ciclo mestruale, ma vanno alternati con gli assorbenti esterni.
 
Ultimamente sono stati ideati gli assorbenti riutilizzabili. Questo, per salvaguardare l’ambiente e per un risparmio economico da parte delle utilizzatrici. A differenza degli assorbenti usa e getta, questi si possono lavare in lavatrice
Non si trovano nei supermercati, si possono acquistare solo online.
 
Per il periodo compreso tra una mestruazione e l’altra ci sono, invece, i salvaslip. I ginecologi affermano che non andrebbero utilizzati sempre perchè possono causare infezioni come la candida
Anche di questi ne esisitono diversi tipi: bianchi o neri per la lingerie scura, per i perizoma, normali e con estratti di piante.

Parole di Irene

Irene è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di tematiche relative alla casa e il fai da te, il benessere, i viaggi.