Meningite: ragazzo ricoverato dopo un convegno a Montecitorio, scatta la profilassi

In aula anche il presidente della Camera Fico e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giorgetti. A tutti i partecipanti è stata inviata una comunicazione per l'attivazione della procedura di profilassi.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 29 gennaio 2019

Meningite: ragazzo ricoverato dopo un convegno a Montecitorio, scatta la profilassi
Foto: Ansa

Un ragazzo è stato ricoverato per meningite meningococcica a Roma, dopo un convegno a Montecitorio, lo scorso 25 gennaio. Tutti i partecipanti all’incontro sulla Shoah tenutosi alla Camera dovranno fare la profilassi.

Scatta la profilassi a Montecitorio

A Montecitorio è scattata la profilassi dopo il ricovero di un ragazzo per meningite: aveva appena partecipato a un convegno sulla Shoah alla Camera dei deputati. In aula  anche il presidente Roberto Fico e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

A tutte le persone presenti, lo scorso 25 gennaio, è stata inviata una comunicazione che informa che “all’evento svoltosi presso la nuova Aula dei gruppi in occasione del Giorno della Memoria ha partecipato un ragazzo che successivamente è stato ricoverato per meningite meningococcica“.

Si specifica anche che il Dipartimento di Prevenzione Uoc Servizio Igiene e Sanità Pubblica della Asl Roma 1 “ha fatto presente che, in considerazione dei tempi e delle modalità di svolgimento dell’evento, il rischio per coloro che erano presenti di aver contratto l’infezione, e quindi la malattia, è basso”.

In via precauzionale, comunque, si ritiene opportuno l’invito ad attenersi alle misure di profilassi così come indicate dal Ministero della Salute.

Esclusa la possibilità di trasmissione dell’eventuale infezione tra i partecipanti e altre persone.