Cosa guadagnerebbe Melania Trump se divorziasse da Donald

Si vocifera che il matrimonio sarebbe giunto al termine, dopo 15 anni. Donald Trump non resterà solo senza Casa (Bianca), ma anche senza moglie: Melania gli porterebbe via 50 milioni di dollari, due case e l’aereo privato

donald melania trump

Getty Images | Chip Somodevilla

Dopo la sconfitta alle elezioni presidenziali Donald Trump potrebbe trovarsi non solo senza casa, ma anche senza moglie. Si vocifera infatti che quando il tycoon lascerà la Casa Bianca, chiavi in mano a Joe Biden, la moglie Melania potrà finalmente divorziare.

L’accordo post matrimoniale di Melania Trump

È il Daily Mail a pubblicare lo scoop e nel servizio del tabloid britannico si parla anche di cifre: 50 milioni di dollari, due case e l’uso dell’aereo privato di proprietà del futuro ex marito per viaggiare con il figlio Barron, nato dalla coppia nel 2006. Proprio per il figlio la First Lady starebbe già progettando un solido accordo post matrimoniale.

L’ex collaboratrice rivela che il matrimonio è “falso”

Il tabloid inglese avrebbe raccolto le informazioni da una fonte molto vicina a Melania e Donald Trump, Stephanie Wolkoff, una ex collaboratrice dello staff presidenziale. Wolkoff ha rivelato che il matrimonio sarebbe una “transazione” e di come i due dormissero da sempre in camere separate.

Melania Trump prova repulsione per il marito

Rincara la dose Omarosa Manigault Newman, protagonista del programma The Apprentice ed ex direttrice delle Comunicazioni, dichiarando che Melania Trump avrebbe già abbandonato il tetto coniugale, ma che “se Melania dovesse provare a umiliarlo per l’ultima volta”, andandosene mentre lui è in carica “Trump troverebbe un modo per punirla”.

Non è la prima volta che Newman, la quale ha vissuto a strettissimo contatto con la coppia presidenziale tra il 2017 e il 2018, rilascia questo tipo di dichiarazioni: il mese scorso ospite a uno show televisivo aveva dichiarato che “Melania proverebbe repulsione verso il marito”.

La freddezza malcelata tra i due

Non è difficile immaginare che in questo momento conferme o smentite dalla Casa Bianca siano da escludere: Trump sta già faticando abbastanza ad accettare la sconfitta elettorale, figuriamoci un divorzio. 

Tra i due comunque c’è sempre stata una freddezza malcelata: nessuno ha potuto fare a meno di notare i diversi tentativi del presidente di prendere per mano la consorte, che si è sempre negata alle manifestazioni pubbliche di affetto. Lui, ad ogni modo, non ha mai dato l’idea di farlo con sincerità: spesso ha ignorato Melania e il figlioletto Barron, riservandosi lo spazio sotto all’ombrello nelle giornate di pioggia o lasciandoli qualche passo indietro.

Quanti altri divorzi sarà costretto ad affrontare Trump?

Se anche questa volta gli avvocati dovessero bussare alla porta di Trump, sarebbe il terzo divorzio all’attivo del magnate americano. Il primo con la modella ceca Ivana, che nel 1992 pose fine al matrimonio iniziato nel 1977, con la quale ha avuto tre figli: Donald John, Ivanka e Eric Fredric. Il secondo, poi, nel 1999, dopo solo sei anni, con Marla Maple, madre di Tiffany.

Ivana e Marla sarebbero state risarcite rispettivamente con “solo” 14 milioni e due case e 2 milioni, il che renderebbe Melania “vincitrice” del premio di buona uscita più ricco.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection