Meghan Markle: "Sono stata la persona più trollata al mondo nel 2019"

Nel 2019 Meghan Markle è stata la persona più trollata al mondo. Oggi ne parla per la prima volta: "Un dolore insormontabile"

Meghan Markle trollata

Foto Getty Images | Max Mumby/Indigo

Sin dalle prime apparizioni al fianco del principe Harry, Meghan Markle ha dovuto subire continui attacchi mediatici da parte dei tabloid britannici e dell’opinione pubblica. Una pioggia di critiche da cui la Famiglia Reale non ha mai preso nettamente le distanze e che ha portato Harry e Meghan alla decisione drastica di lasciare i propri incarichi ufficiali all’interno della Royal Family.

Così, a dieci mesi dalla storica decisione dei duchi di Sussex, Meghan torna sul tema del cyberbullismo, dichiarando di essere stata “la persona più trollata del mondo” nel 2019.   

Meghan Markle è la persona più trollata del 2019

Mi è stato detto che sono stata la persona più trollata del mondo nel 2019, sia tra gli uomini che tra le donne“. Ha dichiarato Meghan Markle in un episodio del podcast Teenager Therapy per celebrare la Giornata mondiale della salute mentale.

E pensare che per otto mesi di quel periodo non sono stata nemmeno esposta per via della maternità e del bambino“, specifica la Duchessa di Sussex. “Quello che è stato possibile produrre e sfornare su di me è quasi invidiabile, ma nessuno può capire come ci si senta: non mi importa se hai 15 o 25 anni, perché quello che fa alla tua salute mentale ed emotiva è veramente dannoso.

Un fenomeno in crescita

Sappiamo tutti come ci si sente ad avere i sentimenti calpestati, ad essere isolati o ad essere separati“. Ha ribadito Meghan, insieme a Harry, anche lui portavoce del malessere che il cyberbullismo può causare alle persone che ne sono vittima.

Penso che se si possa tranquillamente affermare che il 90% delle persone sul pianeta Terra abbia subito qualche forma di trauma, qualche forma di perdita, qualche forma di dolore”. Sono esperienze diverse, che variano da persona a persona, ma quest’anno, a causa del Covid, “sono abbastanza sicuro”, ha dichiarato Harry, “che il 99,9%, se non il 100%, delle persone ha sperimentato almeno una di queste sensazioni. Più ne parliamo e più diventa normale. Perché è normale e non è un segno di debolezza, ma di forza“.

La battaglia contro il cyberbullismo

La nostra situazione è in qualche modo unica“, ha proseguito Harry, “ma in fondo la situazione di ogni singola persona è unica, è una versione diversa della stessa cosa”.

Che tu sia Meghan Markle, o una ragazzina che va a scuola, il bullismo crea un violento disagio psicologico. Da qui nasce il forte impegno dei duchi di Sussex nella lotta al cyberbullismo e alla violenza psicologica che il web è talvolta in grado di innescare.

Penso che sia molto facile essere risucchiati e consumati dalla negatività, ma tutti noi abbiamo la possibilità di scegliere se tagliarla fuori dalla nostra vita“.

E infine ha aggiunto: “Ho scelto di non leggerli, di non vederli e di allontanarmi da tutto questo per concentrarmi molto sul lato più edificante e di speranza“.

Parole di Alanews