Martina muore di cancro 3 giorni prima della maturità, le amiche discutono la sua tesina

La 18enne era una forza della natura, ha lottato fino all'ultimo e non ha mai smesso di studiare per raggiungere il suo obiettivo. Aveva iniziato a preparare la tesina a inizio anno scolastico e a maggio era già pronta

da , il

    Martina muore di cancro 3 giorni prima della maturità, le amiche discutono la sua tesina

    Ci sono storie come quella di Martina Natale che lasciano l’amaro in fondo alla bocca, ma nello stesso tempo danno la spinta giusta per trovare la forza di reagire. La giovane 18enne stava frequentando l’ultimo anno del liceo linguistico Manzoni di Latina, aveva già completato la sua tesina, ma non ce l’ha fatta a sostenere l’esame di maturità, è morta tre giorni prima stroncata da un cancro. Ha lottato continuamente per raggiungere il suo obiettivo ma la malattia ha avuto il meglio su di lei proprio all’ultimo. Alcune compagne della sua classe, la quinta B, non hanno voluto che cadesse nel vuoto tutto l’impegno profuso da Martina, così l’ultimo giorno degli orali, hanno presentato alla commissione la sua tesina. I professori a loro volta hanno fatto domanda al Ministero dell’Istruzione affinché riconosca ufficialmente il superamento dell’esame.

    Martina si era impegnata a fondo per portare a termine la sua tesina: aveva iniziato a prepararla già all’inizio dell’anno scolastico e a maggio era pronta. Purtroppo man mano che si avvicinava la fine dell’anno la giovane 18enne stava peggio, la malattia continuava a prendere sempre maggior potere sulla sua vita, ma lei non voleva che i compagni di classe si preoccupassero, così aveva chiesto ai suoi cari di non dire nulla a nessuno. Alla fine non ce l’ha fatta ed è morta. A presentare la tesina di Martina ci hanno pensato le sue compagne.

    La tesina di maturità della 18enne era incentrata sul teatro tridimensionale, una tecnica nuovissima, che lei amava moltissimo. La sua insegnante di teatro, Michela Sarno, che era diventata nel corso dell’ultimo anno e mezzo una delle sue più care amiche, ha raccontato che Martina era una grande appassionata di recitazione e quando nel giugno 2017 aveva debuttato con uno spettacolo, i medici avevano parlato di una specie di miracolo. Poi però all’ultimo spettacolo, che avrebbero dovuto andare in scena l’8 giugno, la giovane non c’era. Era ormai in carrozzina e la malattia aveva preso le redini della sua vita.

    Ora, i genitori di Martina, in ricordo della figlia e in onore della sua passione per la recitazione, hanno istituito una borsa di studio teatrale, che premi non tanto l’alunno più talentuoso, quanto il più appassionato.

    Il ricordo di Tiziano Ferro

    Tiziano Ferro

    Sulla morte di Martina si è espresso anche Tiziano Ferro, che sul suo profilo Instagram ha scritto: ‘Non abbiamo fatto in tempo a conoscerci. Ma ero con te e tu adesso sarai con me, per sempre. Buon viaggio Martina’.