Marsiglia, bimba di un anno si risveglia dal coma: i medici volevano staccare la spina

La piccola Marwa di un anno si è risvegliata dal coma dopo che i medici avevano deciso di staccare la spina. Grazie alla battaglia dei suoi genitori, hanno ottenuto da parte del tribunale l'estensione delle cure ed hanno potuto continuare la terapia. Dieci giorni dopo la sentenza la bambina, ricoverata per un virus che le ha causato danni neurologici gravi, si è risvegliata. E' successo a Marsiglia, nell'ospedale La Timone.

Pubblicato da Lavinia Sarchi Martedì 29 novembre 2016

Marsiglia, bimba di un anno si risveglia dal coma: i medici volevano staccare la spina

I medici volevano staccare la spina credendo che ormai non c’era più niente da fare, ma la piccola Marwa di un anno si è risvegliata dal coma. Menomale, perché i medici avevano già preso la tremenda decisione. E’ stata necessaria una petizione al tribunale avanzata dai genitori per proseguire le cure alla piccola, che un giorno d’improvviso si è svegliata. E’ successo a Marsiglia, dove nell’ospedale La Timone la piccola Marwa fu ricoverata a causa di un virus che le causò gravi danni neurologici. Per i dottori, dopo le prime assistenze, non c’era più niente da fare, era accanimento terapeutico e avevano optato per porre fine alle terapie.
Grazie alla battaglia dei genitori, che non si sono arresi, le cure sono andate avanti ed adesso è avvenuto il miracolo. Dopo dieci giorni dalla sentenza del tribunale infatti la piccola Marwa ha riaperto gli occhi.

Il ricovero di Marwa e la petizione su Facebook

Marwa è nata un anno fa da genitori algerini. Il suo ricovero è avvenuto a settembre in seguito ad un virus che le ha causato gravi danni al cervello e la piccola sembrava non avere via di scampo, perché oltretutto era entrata in coma. I genitori per contrastare la decisione dei medici che volevano staccare la spina, hanno creato una petizione online su Facebook Jamais sans Marwa.

In poco tempo hanno raccolto 70mila firme e si sono rivolti alla giustizia e il tribunale ha optato per una “estensione delle cure” per altri 2 mesi, prima di riesaminare il caso. Hanno lottato nonostante la consapevolezza che Marwa, una volta risvegliata, avrebbe potuto non più essere autonoma per camminare, mangiare o addirittura respirare.

LEGGI LA STORIA DI SARA DI NATALE: 10 ANNI IN COMA PER AVER MANGIATO UNA POLPETTA

Proprio 10 giorni dopo la sentenza, la bambina si è svegliata dal coma. Alla presenza di suo padre che era lì con lei e le stava parlando, è avvenuto il miracolo. L’uomo ha condiviso sul social il commovente video della piccola che reagisce alla voce del genitore. Ad un giornale locale l’uomo avrebbe detto: “Il suo trattamento continua, vediamo i progressi ogni giorno e dandoci grande speranza. Quando parlo con lei, ascolta la mia voce, reagisce, a volte sorride”. Un miracolo doppio perchè non sempre i genitori anche se amano i figli optano per l’accanimento terapeutico soprattutto dopo anni di cure, come nel caso dei lunghi 17 anni di coma di Eluana Englaro che portò il padre a decidere di staccare la spina. In questo caso oltre al miracolo del risveglio, è stata una “fortuna” aver potuto proseguire la terapia medica.