Manovra, in arrivo il fondo per chi assiste un familiare malato in casa

Stanziati 60 milioni per il triennio 2018, 2019 e 2020. Il fondo andrà a sostegno dei 'caregiver familiari', ovvero di coloro che si occupano di un congiunto gravemente malato in casa, non autosufficiente. Il via libera all'emendamento è arrivato all'unanimità in Commissione Bilancio al Senato.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 27 novembre 2017

Manovra, in arrivo il fondo per chi assiste un familiare malato in casa
Foto / ansa

Varato il Fondo per chi assiste un familiare malato in casa: il via libera in Commissione Bilancio al Senato è arrivato all’unanimità. Stanziati 60 milioni di euro per il triennio, dal 2018 al 2020, che andranno a incidere positivamente sul riconoscimento “del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale del caregiver familiare”.

Caregiver familiare: arriva il Sì per il Fondo triennale di sostegno

Il Sì all’unanimità all’emendamento (prima firmataria Laura Bignami), nell’ambito della manovra per il 2018, vede stanziati 20 miloni di euro per ciascuna annualità del triennio 2018-2020, impegno di spesa rivolto al sostegno di chi si prende cura di un familiare (entro il terzo grado di parentela) non autosufficiente (quindi in possesso di invalidità o titolare di indennità di accompagnamento).
Il provvedimento è volto ad implementare un più ampio spettro di tutele a favore della delicata quanto fondamentale figura del “caregiver familiare”, individuato nella persona che “assiste il coniuge, una delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso o il convivente di fatto, un familiare o un affine entro il secondo grado, anche un familiare entro il terzo grado, che a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé”.
I 60 milioni stanziati, suddivisi in tre anni, saranno attinti dal fondo speciale di parte corrente, utilizzando l’accantonamento del Ministero dell’Economia.