Mamma licenziata per aver saltato il lavoro mentre il figlio era in pericolo di vita in ospedale

Una donna manda un messaggio per avvisare la sua responsabile che il figlio sta combattendo tra la vita e la morte e che lei non potrà presentarsi al lavoro per questo motivo, e la sua manager le risponde che se non presenzierà al suo turno la considererà come dimessa

stazione di servizio


Un post condiviso da una mamma con le foto della conversazione in cui la sua manager le comunica che se resta in ospedale con il figlio non avrà più un lavoro è diventato virale e ha suscitato molta indignazione.
Crystal Reynolds Fisher lavora in una stazione di servizio della catena PS Food Mart nel Michigan, negli USA. Con 48 ore di anticipo, ha scritto al suo capo Dawn per avvisarla che non sarebbe potuta andare al lavoro in quanto suo figlio si trovava in ospedale in gravi condizioni.
[facebook code=”https://www.facebook.com/crystal.fisher.583/posts/1958947490804482″]
Nel messaggio si legge: “Volevo informarti che mio figlio si trova ancora attaccato al sistema di supporto virale e finché sarà in queste condizioni non riuscirò a venire al lavoro. Ti farò sapere appena migliorerà così che potrò tornare al lavoro senza problemi”.
La manager risponde però che se la donna non viene al lavoro, vuol dire che ha dato le dimissioni. Crystal prova ripetutamente a spiegare al suo capo che non vuole lasciare il lavoro, ma che suo figlio è in pericolo di morte e lei non si può allontanare dal suo capezzale.
[facebook code=”https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1958947274137837&set=a.428204170545496.100490.100000677495738&type=3&theater”]
Ma Dawn risponde che “non c’è una ragione plausibile” per cui non possa venire al lavoro, e aggiunge: “Non tollererò messe in scena. Fine della conversazione. Se non sarai presente domani per lavorare durante il tuo turno lo prenderò come se tu avessi dato le dimissioni.”
[facebook code=”https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1958947450804486&set=a.428204170545496.100490.100000677495738&type=3″]
Quando la mamma sempre più disperata cerca di convincere la manager a mettersi nei suoi panni, questa le risponde che se fosse suo figlio in pericolo di vita lei al lavoro ci andrebbe comunque, in quanto “avrei comunque conti da pagare e qualcosa per tenermi occupata. Qui non è possibile andare e venire come ci pare e piace.”
Il post di Crystal è diventato virale e il sopruso non è rimasto impunito. Anzi, la situazione si è completamente ribaltata.
[facebook code=”https://www.facebook.com/psfoodmart/posts/10155476607486643″]
Il PS Food Mart è venuto a conoscenza della vicenda e Dawn è stata licenziata, mentre Crystal non dovrà più temere di perdere il posto e potrà stare vicina a suo figlio finché ne avrà bisogno.
Sulla pagina ufficiale della catena è infatti comparso un post che recita: “Abbiamo indagato e scoperto che la situazione è stata gestita in modo improprio e senza la compassione che per la nostra compagnia è un valore importante. Siamo molto dispiaciuti. Dopo questa scoperta, abbiamo preso provvedimenti immediati e quella manager non lavora più da PS Food Mart. Abbiamo anche assicurato all’impiegata che potrà prendersi tutto il tempo necessario durante questo difficile momento”.