Malattie veneree, come e perchè evitarle

Le malattie sessuali sono molto rischiose, alcuni provocano fastidi e problemi sul momento, altre invece non danno nessun sintomo, come la clamidia che ci si accorge di avere quando subentrano problemi di fertilità.

medico

Le malattie sessuali sono molto pericolose e facilmente evitabili, la maggior parte delle volte sono provocate dalla disinformazione che secondo me è la malattia peggiore di tutte, prima di fare sesso ci sono delle cose che dovrebbero essere ben chiare, per proteggersi e non rischiare inutilmente.

Secondo una indagine fatta a Trieste l’età del primo rapporto si è abbassata notevolmente negli ultimi anni, infatti pare che avvenga prima dei 15 anni, ovviamente ognuno è libero di farlo quando vuole anche se dovrebbe essere qualcosa che scaturisce più dall’amore verso quella persona e non dalla smania di volerlo fare perchè le vostre amiche lo hanno già fatto.
 

Il problema delle malattie sessuali è che oltre a quelle che danno fastidi come arrissamenti e prurito, ci sono anche quelle più subdole che non hanno sintomi e che poi ci si accorge di avere anche dopo molti anni, quando magari si cerca di avere un figlio e non arriva, questo succede perchè alcune malattie, come la Clamidia abbassano i livelli di fertilità.
 

La Clamidia è provocata dal batterio Chlamydia trachomatis e agisce indisturbata anche per anni, per poi manifestarsi sotto forma di infertilità, quando a l’età giusta, si cerca di avere un bambino.
 

Per prevenire le malattie sessuali l’unica cosa da fare è proteggersi, e quindi usare il preservativo, quanto meno se avete rapporti occasionali… se avete una relazione fissa in cui il vostro lui non va in giro a tradirvi potete optare per la pillola, l’anello o il certotto, ma se vivete il sesso in modo più libero o avete più relazioni in pochi mesi usate il preservativo perchè è l’unico contraccettivo che vi protegge davvero. Non è affatto vero che con il preservativo ci si ama di meno, anzi è il contrario, perchè è amore verso voi stesse e la vostra salute.
 

Foto da:
img.thesun.co.uk
i.dailymail.co.uk
www.highschoolbioethics.org

 

Parole di Serena Vasta