Madre di sei figli muore dopo che il dottore non è riuscito ad individuare la sepsi

Natalie Billingham era stata portata in ospedale dal marito Stuart con dolori lancinanti ai piedi e sintomi simili all'influenza, poi l'incredibile morte

da , il

    Madre di sei figli muore dopo che il dottore non è riuscito ad individuare la sepsi

    Natalie Billingham aveva dolori lancinanti ai piede e sintomi simili all’influenza quando è stata dimessa dall’ospedale di Sandwell un borgo metropolitano delle West Midlands con sede ad Oldbury, in Inghilterra. Per il medico si trattava di un semplice virus. Natalie è stata così dimessa dal pronto soccorso ma la mamma di ben 6 bambini, a soli 33 anni, è morta due giorni dopo.

    Natalie sosteneva di avere come degli spilli sotto i piedi. In tutta risposta è stata mandata a casa con un bastone da passeggio. La cruda realtà è che Natalie aveva una grave infezione da sepsi. Dopo 24 ore la donna si è quindi aggravata ed è stata ricoverata con urgenza. Messa in stato di coma farmacologico Natalie ha subito l’amputazione del piede e poi dell’intera gamba per tentare di fermare la diffusione della sepsi, ma non c’è stato nulla da fare. Natalie è morta nel giro di poche ore lasciando marito e sei figli dell’età compresa tra gli 8 mesi e i 10 anni. L’infezione presa con un grave ritardo si era già espansa fino al cuore e ad altri organi vitali.

    Natalie Billigham ricoverata in ospedale
    FOTO | Il marito Stuart, 37 anni, tiene la mano alla moglie Natalie mentre sta morendo

    Il marito della donna ora chiede giustizia. “Io, i genitori di Natalie e i nostri sei figli siamo profondamente delusi dalle cure prestate in ospedale e vogliamo risposte sul perché Natalie è morta“. Il Dudley Group NHS Foundation Trust ha fatto sapere che un medico è stato sospeso. Con una diagnosi tempestiva la donna si sarebbe potuta salvare, sebbene Julian Hobbs, direttore medico, abbia dichiarato: “Questo caso merita un’indagine completa e approfondita che personalmente sto conducendo. Ho incontrato Stuart e lo incontrerò di nuovo una volta che le indagini saranno concluse per condividere con lui le dinamiche. Questa è una forma molto rara di sepsi ed è difficile da diagnosticare. In genere si verificano solo tre o quattro casi all’anno nel nostro ospedale“.