Italia da scoprire: i luoghi del cuore FAI del 2021

Quest'anno, con 2 milioni di voti, gli italiani hanno dimostrato ancora una volta il loro grande amoere per il patrimonio culturale e artistico italiano

Castello di Sammezzano Fai

Foto Shutterstock | Reflex Life

Poter viaggiare, in questo momento, è uno dei grandi piaceri della vita che vorremmo riconquistare. Anche se il desiderio di molti è quello di tornare a spostarsi all’estero, non serve andare molto lontano per avere a disposizione tesori e panorami meravigliosi. Questo ce lo dimostra, come ogni anno, il FAI.

Lo scorso 25 febbraio annunciati i vincitori del 10imo censimento dei “Luoghi del Cuore FAI”. E con oltre 2 milioni di voti, gli italiani hanno voluto dimostrare “il loro amore per il patrimonio culturale e ambientale italiano”. Una partecipazione sorprendete e importantissima nell’anno della pandemia. Un segno di speranza e un augurio che tutto, compreso il turismo, riprenda il prima possibile.

Al primo posto la “Ferrovia delle Meraviglie”

Il luogo del cuore ha aggiudicarsi il primo posto è stata la Ferrovia delle meraviglie, che viaggia sulla tratta Cuneo-Ventimiglia-Nizza. Oltre 100 km durante i quali scorrono davanti agli occhi la pianura piemontese, la costa ligure e la costa azzurra francese. Al secondo e al terzo posto dei “Luoghi del Cuore FAI” troviamo invece due castelli.

Castello di Sammezzano FAI
Foto Shutterstock | Dorosh

Il primo è il bellissimo castello di Sammezzano a Reggello, in provincia di Firenze. Questo bellissimo edificio, costruito nel 1600, negli anni è stato utilizzato per realizzare diversi spot e film, tra cui Il racconto dei racconti di Matteo Garrone. Il secondo castello, terzo classificato FAI, è quello di Brescia. Un complesso vasto e articolato, arroccato sul colle Cidneo.

Castello di Brescia
Foto Shutterstock | saiko3p

Andando avanti, alla quarta e alla quinta posizione dei “luoghi del cuore Fai” troviamo La via delle Collegiate di Modica, in Sicilia, e un edificio civile, ovvero l’ospedale e la chiesa di Ignazio Gardella ad Alessandria, in Piemonte.

Modica si aggiudica anche il sesto posto dei “luoghi del cuore FAI”, con la Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore, realizzata tra il XI e il XII secolo e annessa nel 1577 all’adiacente parrocchia di San Pietro.

Il Ponte acquedotto di Gravina in Puglia e le altre meraviglie FAI

Al settimo posto, risalendo un po’ lo stivale, troviamo il Ponte acquedotto a Gravina in Puglia, in provincia di Bari. Questa imponente struttura ad archi collega le due sponde del torrente Gravina e fonti storiche attestano la sua costruzione nel 1689.

acquedotto gravina in puglia fai
Foto Getty Images | Donato Fasano

All’ottavo posto dei “Luoghi del cuore FAI”, risalendo ancora l’Italia, troviamo la Chiesa di San Michele Arcangelo di Pezzano, in provincia di La Spezia. Nono posto, invece, per l’eremo di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona, in provincia dell’Aquila.

Eremo Sant'Onofrio al Morrone
Foto Shutterstock | pixelshop

Infine, a chiudere la top 10 dei “Luoghi del cuore FAI” troviamo il Museo dei misteri di Campobasso. Un luogo di grande storia e tradizione, che espone le strutture e i costumi della manifestazione folkloristica più importante del Molise, il Festival dei Misteri.

Grazie ai moltissimi voti arrivati, questi sono ufficialmente i primi 10 “Luoghi del cuore FAI” di quest’anno. Adesso, grazie alla collaborazione con Intesa Sanpaolo, ai primi tre classificati saranno assegnati dei premi in denaro, dietro presentazione di un progetto di valorizzazione. Tutti gli altri, invece, se avranno ricevuto almeno 2mila voti potranno partecipare ad un bando di valorizzazione. Se così non fosse, comunque il FAI si impegnerà affinché le istituzioni territoriali prestino maggior attenzione a questi luoghi meravigliosi, ricchi di grande cultura e storia. Dei luoghi che non vanno assolutamente dimenticati, ma trattati con cura.

Parole di Benedetta Minoliti