Luna rossa: il 27 luglio l'eclissi totale più lunga del secolo

Un'ora e 43 minuti di puro spettacolo nel cielo, con uno dei fenomeni astronomici più affascinanti di sempre. Sarà un evento a carattere 'totale', quando il cono d'ombra della Terra oscurerà il nostro satellite naturale regalandoci qualcosa di unico. Ma non sarà la sola magia celeste a sorprenderci.

Luna rossa: il 27 luglio l’eclissi totale più lunga del secolo

Preparatevi: il 27 luglio 2018 l’eclissi totale di luna più lunga del secolo sarà uno spettacolo mozzafiato. Meteo permettendo, ovviamente. Il nostro satellite naturale sarà nel pieno cono d’ombra terrestre per un tempo decisamente notevole: un’ora e 43 minuti. Ecco tutti i dettagli per gustare ogni istante di questo meraviglioso fenomeno celeste.

Eclissi totale di luna: cosa succederà il 27 luglio 2018?

Il cielo, quest’anno, ci offre la straordinaria possibilità di osservare uno degli eventi astronomici più affascinanti di sempre.
Stiamo parlando della ‘Luna rossa’ (così chiamata per effetto del colore assunto grazie alla rifrazione), detta anche ‘Luna di sangue’ per il portato di ancestrali credenze che il fenomeno trascina dietro di sé da tempo immemore.
Si tratta semplicemente di una eclissi totale di luna, con una particolarità che rende lo spettacolo celeste del 2018 un fatto assolutamente unico: è la più duratura di tutto il secolo.

Pianeta rosso in grande opposizione: cosa significa?

Protagonista della magica notte del 27 luglio sarà anche un altro corpo celeste, noto a specialisti e astrofili come il ‘Pianeta rosso’: si tratta di Marte, che sarà in fase di ‘grande opposizione’.
Essa si verifica quando il pianeta si trova in opposizione (ovvero allineato con Sole e Terra, con quest’ultima tra i due) e allo stesso tempo in prossimità della minima distanza dalla nostra stella (detta tecnicamente ‘perielio’, cioè ‘punto più vicino al Sole’).
Questa è la condizione ideale per godere della migliore visibilità di Marte (di cui la migliore osservazione dalla Terra, ultima in ordine di tempo, si registrò nel 2003).
La Luna piena (che tale deve essere per il verificarsi di una eclissi) e Marte si troveranno, dunque, in opposizione al Sole (quindi nella stessa regione del cielo, con il nostro pianeta a frapporsi tra loro e l’astro).
Sarà possibile osservare Marte ‘affiancato’ al nostro satellite naturale, in quanto visibile a soli sei gradi di distanza.

Come osservare l’eclissi di luna e Marte?

L’osservazione dell’eclissi totale di Luna del 27 luglio, come è facile intuire, sarà assolutamente possibile ad occhio nudo.
Per quanto concerne Marte, invece, occorrerà dotarsi di un telescopio per fruire dei dettagli altrimenti invisibili al punto di osservazione terrestre.
Il fenomeno della Luna rossa sarà osservabile a partire dalle ore 19.13, con fase di totalità tra le 21.30 e le 23.14. L’intero episodio astronomico durerà circa 103 minuti.
Sarà sufficiente volgere lo sguardo (o il vostro strumento ottico) in direzione Est sulla volta stellata. Per chi volesse osservare lo spettacolo comodamente a casa, sarà possibile collegarsi con la diretta trasmessa dal sito web del Virtual Telescope.

Un evento straordinario che mancava dal 2015

Dal 2015 non si registrava un’eclissi di tale portata. Lo rivelano la Nasa e l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project.
La Luna entrerà nel cono d’ombra della Terra e vi rimarrà per quasi due ore, trovandosi alla massima distanza dal pianeta (apogeo).
Si troverà nella parte bassa dell’orizzonte, e farà bella mostra di tutto il suo splendore in coppia con Marte, indossando per l’occasione uno straordinario color rubino.


Leggi anche :

Superluna rossa e blu: un fenomeno naturale mozzafiato

Parole di Giovanna Tedde