Licenziata Lavinia Flavia Cassaro, l’insegnante che urlò contro la Polizia a Torino durante una manifestazione

'Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire', 'Senza manganelli, quando volete, fascisti', sono solo alcuni degli insulti che la professoressa ha rivolto agli agenti.

da , il

    Licenziata Lavinia Flavia Cassaro, l’insegnante che urlò contro la Polizia a Torino durante una manifestazione

    E’ stato ufficializzato il licenziamento per Lavinia Flavia Cassaro, l’insegnante indagata dalla Procura di Torino per avere insultato gli agenti di Polizia schierati in piazza a Torino, durante un corteo contro CasaPound. L’episodio che è costato alla donna il posto di lavoro è avvenuto lo scorso febbraio: a testimoniare l’accaduto c’è un video di Repubblica nel quale si vede chiaramente l’insegnante che urla, insulta e rivolge gesti provocatori alla Polizia. Le immagini pubblicate sui social hanno fatto milioni di visualizzazioni e hanno scatenato le polemiche e l’indignazione di migliaia di utenti.

    ‘Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire’, ‘Senza manganelli, quando volete, fascisti’, sono solo alcuni degli improperi che Lavinia Flavia Cassaro ha urlato in faccia alla Polizia. Il mondo della scuola non poteva rimanere indifferente dinanzi alle azioni dell’insegnante e infatti nei giorni scorsi l’Ufficio Scolastico Regionale le ha notificato il provvedimento di licenziamento, con decorrenza primo marzo, ovvero a partire dal giorno in cui è stata sospesa dal lavoro. A rendere nota la notizia è stato il Coordinatore Nazionale Cub Scuola, Cosimo Scarinzi, il quale ha aggiunto che ‘il sindacato garantirà piena difesa, sia in sede legale che mediante l’azione sindacale all’insegnante’.

    L’episodio ha senza dubbio scosso l’opinione pubblica, c’è stata in particolare la figlia di un agente delle Forze dell’Ordine, che sentitasi colpita nel profondo, ha scritto una lettera aperta a Lavinia Flavia Cassaro: ‘Cara professoressa, ti parla la figlia di un appartenente alle forze dell’ordine. Tu che gli urli dovete morire. Vedi ogni volta che mio padre si allaccia gli anfibi e si chiude il cinturone ho davvero paura che qualcuno lo faccia morire. Forse tu non sai cosa vuol dire’.