Abbinare perfettamente i leggings a staffa? Ce lo dice Gilda Ambrosio

Dopo averli indossati a scuola da bambine, i leggings a staffa tornano nei nostri armadi. Per indossarli con stile, seguite i look di Gilda Ambrosio

gilda ambrosio

Foto Getty Images | Christian Vierig

Molte di noi li ricordano come gli odiati pantaloni che la mamma infilava a forza per andare a scuola. Poche li amavano, ma oggi questo classico del passato fa il suo grande ritorno: i leggings a staffa.

A ispirarci, per il 2021, è una delle it girl italiane degli ultimi anni: Gilda Ambrosio. La designer di The Attico, il brand sempre più popolare tra le star nazionali e internazionali creato con l’amica Giorgia Tordini, ha infatti saputo dare nuovo lustro ai leggings a staffa. Ecco come.

Gli abbinamenti di Gilda Ambrosio super cool

Quando indossa i leggings a staffa, Gilda Ambrosio non si da limiti: possono essere il perfetto capo per un’occasione formale, o per un perfetto look steet style.

Per ispirarvi a lei andando in ufficio, potete abbinare i leggings a staffa con un paio di decolette, magari sling back o kitten heels, una camicia bianca e un lungo cappotto nero.

Se invece siete più casual, e non avere paura di osare, Gilda Ambrosio si è spesso mostrata indossandoli sfilati dal piede, abbinati a sneakers, calzettoni e felpa.

Altre ispirazioni per abbinare i leggings a staffa

Non è la sola, comunque, che apprezza questo capo un po’ retro. Insieme a Gilda Ambrosio, anche la collega Giorga Tordini li apprezza molto.

Impossibile poi non pensare a Chiara Biasi, dato che le tre sono quasi un una persona sola sui social, che di recente ha anche inserito nella sua collezione Matinee by Chiara Biasi proprio dei leggings a staffa. Per lei, da abbinare a slippers e camicia di pelle oversize.

Per restare in famiglia, un’altra Tordini: Giulia, in questo caso. La sorella della collega di Gilda, che è, a quanto pare, un’altra appassionata del capo. Lei li indossa con kitten heels e un crop top di lana.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection