Lavori creativi all'uncinetto, video tutorial per fare una presina rotonda

Ecco a voi un video tutorial indispensabile per poter imparare a realizzare una semplice e veloce presina rotonda all'uncinetto.

Lavori creativi all’uncinetto, video tutorial per fare una presina rotonda

Tra i primi lavori che si imparano a fare quando si decide di entrare nel mondo dell’uncinetto, abbiamo le presine, indispensabili per la nostra cucina e semplici da realizzare con filo e ferro. Nel video qui sopra vi propongo un tutorial molto semplice per realizzare all’uncinetto una bella presina rotonda. Per chi è già un’esperta, un modo per ripassare una delle basi tra gli schemi dell’uncinetto, per chi invece è alle prime armi, un modo per imparare a fare uno dei classici, che possiamo pensare di regalare in diverse occasioni. Le nostre mamme e le nostre nonne saranno felici di ricevere un dono fatto da noi, anche se è una semplice e ‘banale’ presina da cucina. L’importante è l’impegno.

Esistono molti modi per realizzare una presina da cucina all’uncinetto: possiamo dare diverse forme al nostro accessorio, facendole rotonde, un classico, ma anche quadrate, a stella, a forma di cuore. E poi possiamo decorarle come più ci pare, utilizzando colori diversi ma anche dettagli glamour, come pizzi o bottoncini da applicare quà e là su tutta la superficie.
 
Il video ci propone uno schema all’uncinetto per realizzare una bella presina da cucina, in questo caso rotonda. Ecco le istruzioni:
 

  • Iniziare quattro catenelle e chiuderle in tondo con una maglia bassissima.
  • Primo giro: fare dentro il cerchietto 8 maglie basse.
  • Chiudere con una maglia bassissima, unendo l’ultima catenella alla prima.
  • Secondo giro: fare 16 maglie basse, due maglie basse per ogni maglia base.
  • Terzo giro: fare 24 maglie basse, una maglia bassa nella maglia base e due maglie basse nella seconda maglia base.
  • Continuare con una maglia bassa e due maglie basse.
  • Finire il quarto giro chiudendo con un punto bassissimo l’ultima maglia con la prima.

Parole di Patrizia Chimera