Lavaggi nasali con acqua di rubinetto: contrae ameba mangiacervello, muore una 69enne

Anziché affidarsi al trattamento della sinusite con soluzione fisiologica sterile, la paziente avrebbe preferito virare su un metodo fai da te rivelatosi fatale.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 12 dicembre 2018

Lavaggi nasali con acqua di rubinetto: contrae ameba mangiacervello, muore una 69enne
Foto: Pixabay

Una 69enne di Seattle è morta in seguito a una serie di lavaggi nasali fatti con acqua di rubinetto. Avrebbe contratto così un batterio letale, noto come ‘ameba mangiacervello’. A nulla sono valsi i tentativi di salvarla dalla gravissima infezione.

Ameba mangiacervello: muore una donna

Sul caso di una 69enne di Seattle, morta dopo aver contratto un batterio killer, si sono accesi i riflettori della stampa internazionale.

Stando alla ricostruzione emersa, la donna sarebbe stata vittima dell’ameba mangiacervello, in seguito a una serie di lavaggi nasali fatti con l’acqua del rubinetto.

La 69enne si sarebbe affidata a un rimedio fai da te per la sinusite di cui era affetta, anziché trattarla con la soluzione fisiologica sterile raccomandata in casi come questo.

Avrebbe usato un depuratore casalingo per almeno un mese, sino all’esordio dei primi sintomi tra cui una macchia rossa sul lato destro del naso.

Recatasi in Pronto soccorso, ha ricevuto la diagnosi nefasta. Ormai era troppo tardi per salvarle la vita, l’infezione aveva già preso il sopravvento.

LEGGI ANCHE: Fish spa in Thailandia: perde le dita per un’infezione