L’Aquila: la bimba va a scuola, la madre si impicca in cucina

Le indagini proseguono senza sosta e sul cadavere è stata disposta l'autopsia. Al vaglio degli inquirenti anche la posizione dell'ex marito della donna.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 27 settembre 2018

L’Aquila: la bimba va a scuola, la madre si impicca in cucina
Foto: Pixabay

Tragedia il 26 settembre all’Aquila, presso il Progetto Case di Sant’Antonio. Una donna si sarebbe impiccata nella cucina di uno degli alloggi provvisori, mentre la figlia di 6 anni era a scuola. Sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco e polizia, e l’ipotesi più accreditata è il suicidio. Disposta l’autopsia.

Mamma si impicca all’Aquila

Sarà l’esame autoptico a parlare sulla morte di una giovane mamma di nazionalità polacca, trovata senza vita in uno degli alloggi al secondo piano del Progetto Case di Sant’Antonio all’Aquila.

La donna, madre di una bimba di 6 anni che in quel momento era a scuola, si sarebbe suicidata impiccandosi nella cucina.

Inutile l’intervento di Vigili del fuoco e sanitari del 118, non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche gli agenti della Squadra volante della questura e la Scientifica, che si sono occupati dei rilievi di rito.

Stefano Gallo, sostituto procuratore della Repubblica, ha disposto l’autopsia. Al momento, l’ipotesi più accreditata è quella del suicidio. Sarebbero in corso anche accertamenti sulla posizione dell’ex marito, che sarebbe originario dell’Aquila.

Ad allertare i soccorsi alcuni vicini, che da ore non avevano avuto più contatti con la donna. Pochi mesi fa il caso di una mamma di Salerno, morta suicida dopo aver allattato il figlio.