La premier neozelandese all’Onu con la figlia di 3 mesi, prima volta nella storia

Pochi mesi fa il primato mondiale come primo leader di governo in congedo di maternità. La politica di Jacinda Ardern punta sui diritti delle mamme in carriera.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 25 settembre 2018

La premier neozelandese all’Onu con la figlia di 3 mesi, prima volta nella storia
Foto: Ansa

La premier neozelandese Jacinda Ardern entra di nuovo nella storia, portando con sé la figlia di tre mesi all’Assemblea generale Onu. Un ‘record’ che arriva dopo quello di primo leader mondiale in congedo di maternità. Grande risonanza per la presenza del primo ministro a New York con neonata al seguito, segno dell’emancipazione che avanza.

Jacinda Ardern: all’Onu con figlia al seguito

Che si respirasse aria di grande cambiamento, in Nuova Zelanda, era ormai noto a tutti dopo il record della premier Jacinda Ardern, primo leader mondiale in congedo di maternità.

Tornata ai suoi impegni istituzionali ai primi di agosto, dopo la nascita della figlia, Neve (avvenuta lo scorso 21 giugno), ha deciso di non escludere la piccola dalle sue trasferte. Prima fra tutte quella che l’ha vista presente all’Assemblea generale Onu a New York.

Il primo ministro neozelandese si è presentato con la neonata, insieme al marito che si è occupato della piccola mentre lei teneva il suo discorso al Nelson Mandela Peace Summit.

Dopo l’incontro, Stephane Dujarric, portavoce delle Nazioni Unite, ha espresso parole di grande elogio per la premier: “Ha dimostrato che nessuno è più qualificato a rappresentare il suo Paese di una madre che lavora“.

Una mamma a tempo pieno, dunque, capace di armonizzare una impressionante mole di lavoro e la gioia di non perdere neppure un giorno per stare con la sua bambina.

Niente baby sitter per la ‘first baby’

Ma Jacinda Ardern è anche la donna che ha detto ‘No’ alla baby sitter pagata dal contribuente che le spetterebbe di diritto, secondo l’ultima legge approvata in Nuova Zelanda e che prevede questo per gli incarichi ministeriali all’estero.

La premier, infatti, ha fatto sapere che i biglietti del compagno Clarke Gayford e le spese annesse alla trasferta sarebbero state pagate di tasca propria. Su Twitter una foto del pass di sicurezza di Neve Gayford, con la dicitura “first baby”.

Leader donne e mamme

Prima di Jacinda Ardern, un’altra leader mondiale partorì mentre era in carica: si tratta di Benazir Bhutto, premier pachistana che, però, non usufruì di alcun congedo di maternità. Le opposizioni cavalcarono l’onda dalla singolarità dell’evento per chiederne le dimissioni.

Il marito della premier neozelandese, via Twitter, ha commentato così la foto del pass della bimba: “Vorrei aver catturato lo sguardo spaventato di una delegazione giapponese entrata in una sala riunioni nel bel mezzo di un cambio di pannolino. Sarà una bella storia per il 21° compleanno di Neve“.