Jil Sander x Uniqlo, lo stile minimal di cui abbiamo bisogno

Dopo 11 anni Jil Sander torna a collaborare con il brand low cost Uniqlo con una collezione "new normal" disponibile negli store da oggi

uniqlo

Getty Images | Yuriko Nakao

La stilista tedesca Jil Sander torna a collaborare con Uniqlo dopo 11 anni. Un grande ritorno, molto atteso e accolto con grandissimo entusiasmo non dalla stilista e dal brand.

La stilista, prima di chiunque altro, ha capito il potenziale che poteva avere una collaborazione con un brand low cost, e aveva realizzato, nel 2009, per il marchio un cappotto blu in cashmere double.

Così, nel 2020, Sander torna a collaborare con il colosso del minimalismo con prodotti che trasmettono rigore e semplicità. Tradotti in due parole: new normal. La collezione limited edition è disponibile sull’eccomerce del brand da oggi, giovedì 12 novembre, con il nome Uniqlo+J.

Lo stile della collezione rispecchia il rigore della stilista europea e la linea minimalista di Uniqlo. “Understatement e comodità saranno l’essenza di questa collezione +J Fall 2020” si legge sul profilo Instagram del brand.

I capi realizzati da Jil Sander sono senza tempo

La collezione, così com’è stato per quella realizzata nel 2009, vede Jill Sander lavorare sui tessuti e sulle linee nell’ottica di realizzare capi senza tempo e che non passino mai di moda. Sono caratterizzati da forme minimal e l’intenzione è quella di “elevare tutti gli essentials che oggi sono i pilastri del nostro guardaroba, lavorando sulle forme e sui colori, utilizzando materiali eco-friendly e rispettosi dell’ambiente, con un’attenzione particolare per i dettagli” ha detto Jil Sander.

I capi della linea realizzata per Uniqlo

La linea J+ comprende: piumini, ultraleggeri e dal design classico, maglioni, dolcevita e dai colori autunnali, e camicie e bluse, con colletto classico e alla coreana. E ancora: pantaloni chino e sciarpe, perfette per la stagione autunno/inverno.

Nella nostra ultima collaborazione è evidente un rispetto condiviso per la modernità e il design senza tempo, in particolare nei capi essenziali sofisticati e quotidiani che ben si adattano alla vita di oggi” ha affermato Tadashi Yanai, chairman, presidente e CEO di Fast Retailing.

Chi è Jil Sander, la stilista considerata “‘l’Armani tedesca”

Heidemarie Jiliene Sander, conosciuta semplicemente come Jil, è nata a Wesselburen, in Germania, nel 1943.

Dopo aver studiato design in Germania, Jill, prima di intraprendere la carriera da stilista, ha lavorato come giornalista per la rivista americana McCalls.

Nel 1968 ha aperto la sua prima boutique ad Amburgo e nel 1973 ha fondato la casa di moda Jil Sander GmbH. Nel 1974 ha poi aperto diverse boutique in altre città, tra cui Parigi, Londra e New York.

Dopo aver lavorato con Prada e Dior, nel 2013 è tornata alla guida del suo marchio. Jil si è sempre proclamata come grandissima fan di Coco Chanel, la sua più grande ispirazione, ed è definita l’”Armani tedesca” per il suo stile sobrio e minimalista, assolutamente in linea con i capi proposti da Uniqlo.

Parole di Alanews