Jessica Alba da adolescente era bruttina, timida ed emarginata

Jessica Alba parlare dell'adolescenza, un momento difficile per lei per via del suo carattere riservato, dell’insicurezza e del suo aspetto fisico che non la facevano sentire a suo agio e la portavano puntualmente ad essere emarginata.

jessica alba

Jessica Alba è una delle più belle attrici di Hollywood, con il suo mix di sangue messicano e franco-canadese-danese, ma a quanto lei stessa dichiara, il suo aspetto non è stato mai così affascinante e la sua vita mai così facile. Jessica Alba infatti, quando parla della sua gioventù, in particolare riferendosi all’adolescenza, vista “dall’alto” dei suoi 29 anni, non la considera certo un bel periodo, perché per lei i turbamenti erano davvero tanti, come accade per molti ragazzi. In una recente intervista Jessica Alba è tornata a parlare dell’adolescenza, costretta a cambiare per ben dodici volte scuola e abitazione per seguire il lavoro del padre. Vediamo cosa ha raccontato.

Jessica dice di non avere avuto un carattere esuberante, ma al contrario era molto insicura, e con i ragazzi era davvero un disastro, perché tutti da quanto racconta, la evitavano per via del suo aspetto fisico e del suo carattere riservato.
 
I denti sporgenti, un forte accento texano ed una situazione economica non particolarmente brillante non remavano in suo favore e non l’aiutavano affatto, soprattutto vista la facilità con la quale le sue coetanee si concedevano ai ragazzi superando ogni freno inibitore con grande scioltezza.
 
La ruota però prima o poi gira per tutti ed ora, che Jessica è cambiata ed è diventata un’icona di bellezza, chissà come si staranno mangiando le mani i ragazzi che l’hanno evitata!

Parole di Ritana Schirinzi

Ritana Schinzi è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di bellezza, accessori beauty, stile.