Jamie Dornan rivela alcuni dettagli piccanti su 50 sfumature di rosso

A poche settimane dall’uscita dell’ultimo capitolo della trilogia, 50 sfumature di rosso, il bellissimo Jamie Dornan svela alcuni aneddoti piccanti. L’attore, che ha vestito i panni del miliardario Christian Grey, confessa di non aver assolutamente posato per un nudo integrale nel film.

Cinema: nonostante Sanremo boom 50 Sfumature e incassi

Jamie Dornan racconta alcuni aneddoti piccanti sul film 50 sfumature di rosso, nel quale interpreta il protagonista maschile Christian Grey a fianco di Dakota Johnson, nel ruolo della bella Anastasia Steele. L’attore si è lasciato andare ad alcuni dettagli sul suo ultimo lavoro, che presto uscirà al cinema a completare la trilogia tratta dagli omonimi romanzi di E. L. James. In attesa di vederlo sul grande schermo, ecco le ultime dichiarazioni di Jamie Dornan.

Jamie Dornan: “Nessun nudo integrale in 50 sfumature”

In tantissime avrebbero desiderato vederlo come mamma l’ha fatto, ma finora Jamie Dornan non si è mai spogliato del tutto sul set di 50 sfumature. Nei primi due capitoli della trilogia, che tanto hanno fatto discutere, l’attore non ha posato per un nudo integrale. E non avremo la possibilità di vederlo nell’ultimo film della saga, come rivela lo stesso Dornan.

“Mi hanno offerto 30 milioni per mostrare un solo testicolo” – dice l’attore sorridendo, in un’intervista rilasciata ad Elle. “No, questa cosa secondo cui mi avrebbero offerto quella cifra per il nudo frontale non è accaduta”.

Jamie ci ha già concesso fin troppo: “Si vede parecchio il mio sedere e questo non mi infastidisce. […] Ho pensato semplicemente che non è necessario mostrare il resto se non è essenziale. Non stiamo facendo porno, a differenza di quanto molta gente pensi…” – spiega infine Dornan.

Infine l’attore racconta un aneddoto divertente, in cui parla dell’utilizzo del modesty-pouch, un “calzino” da indossare sui genitali durante le riprese senza vestiti. “Me ne hanno forniti di diversi tipi. […] Ne ho scelto uno, ma al momento di indossarlo ho letto un’etichetta cucita all’interno: ‘ospite n.3’. Era usato! Ho quasi vomitato”.
[vedianche type=”gallery” id=”5769″]

Parole di Giulia Sbaffi

Web editor, amante della lettura e degli animali. Nata e cresciuta nelle Marche ma espatriata in Piemonte, vivo con i miei 3 gatti (e un marito) e scrivo per passione di gossip e televisione.