Iuschra, accompagnatrice indagata per omicidio colposo

L'ipotesi di reato vira sull'omicidio colposo: per le autorità inquirenti, la 12enne scomparsa a Serle il 19 luglio 2018 non sarebbe più in vita.

Pubblicato da Giovanna Tedde Mercoledì 13 febbraio 2019

Iuschra, accompagnatrice indagata per omicidio colposo
Foto: Ansa

Sette mesi dopo la misteriosa sparizione di Iuschra, la 12enne affetta da autismo di cui si sono perse le tracce a Serle, nel Bresciano, un nome irrompe nell’inchiesta. Si tratta di quello dell’accompagnatrice, operatrice volontaria della fondazione Fobap, che aveva in carico la bambina quel 19 luglio e che ora è indagata per omicidio colposo.

Si indaga per omicidio colposo

Sette mesi fa, la piccola Iuschra Gazi è scomparsa nel nulla durante una gita nel bosco di Cariadeghe, a Serle (Brescia).

Da allora, la procura ha mantenuto aperta un’inchiesta per lesioni colpose a carico di ignoti, ma qualche ora fa un nome è finito nel registro degli indagati e l’intestazione del fascicolo è cambiata: omicidio colposo.

Indagata l’operatrice della fondazione Fobap (che si occupa di assistenza a persone con disabilità psichica) che era responsabile della custodia della minore durante quel maledetto 19 luglio 2018.

La 12enne di origini bengalesi, affetta da autismo, non è stata mai ritrovata e il caso è diventato un vero e proprio rompicapo che tiene sotto scacco gli inquirenti da mesi.

L’ipotesi di reato, dunque, vira sull’omicidio colposo. L’assenza di indizi sulla sorte della 12enne ha spinto i magistrati Donato Greco e Antonio Bassolino a ritenere che non sia più in vita.

Sulla scia di questa convinzione, le autorità ipotizzano che l’indagata abbia assunto una condotta viziata da imperizia, imprudenza e negligenza nonostante fosse a conoscenza dei problemi della bambina.