Intervista a Nina Uspehova, fondatrice di Musa Nails, brand internazionale di prodotti professionali per le unghie e nail art, beauty e home design

Nina Uspehova

Com’è nata la tua passione per il settore nails? Qual è la tua storia e come nasce Musa?

La mia passione per il settore nails è nata circa 15 anni fa, in Ucraina. Ricordo che già da bambina ero rapita dalle unghie della mia insegnante di canto che erano molto curate, decorate con dei brillantini. Ne rimanevo affascinata.

Da bambina non ero ancora consapevole che quella fascinazione sarebbe diventato poi il mio mondo, la mia passione, il mio lavoro. Continuai gli studi di canto prendendo una laurea in musica. Ho sempre avuto una vena artistica, creativa e il canto e la musica mi hanno sicuramente aiutato ad esprimerla, ma dentro di me sentivo che non era quella la mia strada.

A 20 anni decisi che non dovevo più aspettare, che avrei dovuto inseguire la mia passione e far emergere la “musa” che è in me. La mia vita non è mai stata facile e mi ha messo di fronte a tante sfide. Mio padre mi ha abbandonato quando avevo 9 anni e mia madre è morta quando ne avevo 21. Sono stati eventi dolorosi che mi hanno segnato, ma non mi sono mai lasciata abbattere, anzi sono sempre stata motivata, volevo rendere i miei genitori fieri di me.

Non è stato facile all’inizio intraprendere questa strada, ero giovane e non avevo grandi possibilità economiche, ma ero determinata a realizzare il mio sogno e mi sono rimboccata le maniche. Ho iniziato a fare diversi lavori per mettere un po’ di soldi da parte così da poterli investire nel mio progetto. Ho iniziato a seguire i primi corsi di manicure, ricostruzione, nail art e sono arrivate le prime clienti. In poco tempo ho ricevuto tantissime richieste di lavoro.

Dopo qualche anno di esperienza in Ucraina decisi di trasferirmi qui in Italia, sempre determinata a voler continuare a coltivare la mia passione per la Nail Art.

Anche questa volta ho dovuto affrontare una grande sfida. Ero sola, al settimo mese di gravidanza e non conoscevo la lingua, ma non mi sono persa d’animo. Con tenacia e positività nel giro di un anno ho trovato lavoro in un salone come onicotecnica. In quello stesso periodo i miei lavori furono notati da tantissime accademie e ho ricevuto molte proposte per insegnare e tenere corsi di formazione. Da questa esperienza, nel 2015, ebbi l’idea di fondare l’accademia Uspehova, divenuta tre anni dopo l’attuale Musa Nail Expert Academy.

Il progetto Musa Nails è stato realizzato anche grazie all’aiuto e al supporto di mio marito che si occupa della parte commerciale e che è stato il primo a credere in me. Entrambi siamo partiti da zero, abbiamo fatto tanti sacrifici e se oggi abbiamo un’accademia professionale d’eccellenza è solo ed esclusivamente grazie ai nostri sforzi e alla nostra passione.

Il nome dell’accademia deriva dal forte bisogno di ispirare e motivare le persone, un compito che apparteneva proprio alle Muse. 

Tutti i prodotti Musa Nails sono frutto della tua creatività, qual è il prodotto che ti ha reso più fiera?

Sì, tutti i miei prodotti sono concepiti dalla mia esperienza, dedizione e costanza. Il prodotto che mi ha reso più fiera? Non ce n’è uno in particolare, perché ognuno ha regalato grandi soddisfazioni sia a me che alle mie clienti.

Ci puoi spiegare com’è nato il metodo SO EASY?

Quest’ultimo progetto, SO EASY, è nato durante il lockdown.

Ho deciso di trasformare la negatività di quel periodo in una nuova opportunità con l’intento di trasmettere ottimismo e positività alle persone che mi circondano e alle mie allieve. SO EASY è un metodo che ho creato per permettere alle onicotecniche di ricostruire le unghie in maniera semplice risparmiando tempo sempre con la garanzia assoluta di un ottimo risultato.

Com’è essere a capo di un’azienda così affermata nel settore?

Non è facile dirigere un’azienda di questo tipo. Nel mio lavoro cerco sempre di conciliare il giusto rigore con l’umiltà e la disponibilità, tutte caratteristiche necessarie a mio parere per la buona conduzione di un’azienda. In qualsiasi caso ritengo di essere molto fortunata perché lavoro con un team che mi supporta in ogni progetto.

Tre aggettivi per descrivere Nina Uspehova

Direi: testarda, lavoratrice e sognatrice. Non credo nel talento, ma nel lavoro. Perché si può avere talento ma senza la costanza la tenacia e il duro lavoro non si arriva lontano.

Come nasce un prodotto MUSA, da dove trai ispirazione?

L’ispirazione la trovo ovunque, nella natura, nella musica, nell’arte ma anche nella vita di tutti i giorni.

Il progetto SO EASY ad esempio è nato osservando le esigenze delle onicotecniche. Chi lavora in questo mondo sa che uno dei principali problemi di operatrici e saloni è la questione dei tempi lunghi dei trattamenti, così ho pensato a come poter agevolare il lavoro, renderlo più veloce garantendo comunque un ottimo risultato finale.

Ogni prodotto Musa nasce dalle esigenze di mercato e da un incessante attività di ricerca e sviluppo. Dedico molta attenzione anche all’estetica del prodotto, mi piace curare ogni dettaglio dalla scelta della grafica al packaging.

Preferisci il ruolo di art director o di formatrice?

Bella domanda. Amo entrambi i ruoli allo stesso modo. Mi piace formare le allieve e trasferire la mia esperienza, le mie conoscenze e le mie tecniche. Sono costantemente accanto a loro per assicurarmi che tutte le corsiste che si diplomano abbiano una formazione di eccellenza. Nel contempo sono felice nel ruolo di art director, sono il motore dell’azienda e cerco sempre di trasmettere entusiasmo a chi collabora con me.

Dai social abbiamo notato il forte sostegno delle tue ex alunne. Che rapporto hai con loro?

Ho un bellissimo rapporto con le mie ex alunne. Gioisco quando vedo i loro risultati. Mi piace aiutarle a crescere professionalmente e vederle felici. Ricevo tantissimi messaggi di allieve che, anche a distanza di anni, mi ringraziano, mi chiedono consiglio e condividono con me i loro progetti. Il loro affetto e la loro gratitudine è una delle mie soddisfazioni più grandi e mi fa capire che sto andando nella giusta direzione.

Qual è la tua prossima sfida? Quale obiettivo professionale vuoi raggiungere?

Credo che ognuno di noi, con la giusta volontà e con i dovuti sforzi, possa arrivare a realizzare i suoi obiettivi. Anche quelli più inaspettati. Sono convinta che quando vuoi una cosa e la desideri fortemente e ti impegni con tutte le tue forze prima o poi quella cosa arriverà da te! Non posso sapere cosa mi riserva il futuro ma mi auguro e auguro a Musa di crescere sempre di più.