Infezioni vaginali: ecco quando trattarle con Meclon ovuli

donna con mani su inguine

Foto Shutterstock | CHAjAMP

Le infezioni vaginali sono stati di natura infettiva o infiammatoria che interessano l’ultimo tratto dell’apparato genitale femminile. Possono essere causate da funghi, batteri, virus o parassiti e sono spesso motivo, oltre a una serie di disturbi a livello locale, di un importante disagio psicologico.

Le patologie a livello vaginale si dividono in vaginosi batteriche e vaginiti infettive ed entrambe si verificano come diretta conseguenza dell’alterazione della naturale microflora batterica. Quest’ultima, infatti, in presenza di particolari condizioni, perde il suo naturale equilibrio acido, rendendo la mucosa più sensibile agli attacchi di microorganismi patogeni.

Tuttavia, se nella manifestazione della vaginosi batterica l’alterazione della microflora gioca un ruolo fondamentale, nelle vaginiti infettive vi è l’intervento di agenti infettivi come, ad esempio, batteri, e funghi.

La conseguenza più evidente, in entrambi i casi, è una sensazione di prurito localizzata a livello della vagina, accompagnata da rossore, gonfiore e perdite di cattivo odore.

Meclon ovuli per combattere le infezioni vaginali

In presenza di infezioni dell’apparato genitale femminile, spesso il medico curante può consigliare, come primo approccio, l’utilizzo di ovuli vaginali, soprattutto in mancanza di un quadro clinico più severo.

Si tratta di soluzioni farmacologiche a uso topico, da inserire all’interno del canale vaginale, in modo che il principio attivo possa agire direttamente sulle zone interessate.

Una delle soluzioni antisettiche oggi più utilizzate è Meclon ovuli, un prodotto che agisce mediante dei principi attivi, la cui azione può contrastare il propagarsi delle più importanti infezioni vaginali.

È infatti formulato per il trattamento di vaginiti, cerviciti e infezioni di origine batterica, nonché associate alla presenza di funghi da Candida Albicans.

I benefici di Meclon ovuli per le principali infezioni vaginali

Più nel dettaglio, la sola applicazione di Meclon ovuli può dare sollievo a moltissime patologie che colpiscono i genitali femminili: dalla classica vaginite – anche quando è causata da alterazioni ormonali – alla candida, un’infezione diffusa tra le donne in età fertile e molto difficile da debellare, che causa prurito, perdite vaginali maleodoranti e macchie di colore bianco.

Inoltre, Meclon ovuli è formulato per dare anche un rapido sollievo in presenza di disturbi come quelli legati alle cerviciti, cioè quelle particolari infiammazioni acute o croniche che interessano la cervice uterina.

In questo caso, si tratta soprattutto di clamidia, gonorrea, tricomoniasi ed herpes genitale, malattie la cui trasmissione avviene soprattutto per via sessuale.

Meclon ovuli come antibatterico e antimicotico

Per capire come Meclon ovuli possa garantire un’azione mirata nel contrastare le più comuni infezioni vaginali, è importante analizzare i due principi attivi di cui si avvale il farmaco, vale a dire il Metronidazolo e il Clotrimazolo, entrambi molto efficaci nel trattamento di infezioni ginecologiche.

Il Clotrimazolo, in particolare, è un antimicotico e, come tale, è indicato per contrastare le infiammazioni causate da funghi.

Il Metronidazolo, invece, è un antibatterico disponibile in varie formulazioni, ed è efficace nel contrastare microrganismi dannosi per la pelle, per il sistema riproduttivo e per l’apparato digerente.

La somministrazione e l’uso in gravidanza di Meclon ovuli

Per quanto riguarda le modalità di somministrazione, Meclon ovuli deve essere assunto per via intravaginale.

È consigliato l’utilizzo di un solo ovulo al giorno, seguendo una scrupolosa terapia, la cui durata può variare in base alla singola sintomatologia. La procedura è molto semplice e implica soltanto pochi minuti, anche se alcune accortezze possono favorire l’inserimento del prodotto.

In primo luogo, per una corretta applicazione di Meclon ovuli, il consiglio è quello di lavarsi accuratamente le mani, in modo da non contaminare in alcun modo l’ovulo da maneggiare. Successivamente, è consigliabile sdraiarsi in posizione supina e rilassarsi, così da distendere le pareti vaginali e favorire l’inserimento dell’ovulo.

Naturalmente, Meclon ovuli può essere assunto in gravidanza e allattamento solo previa indicazione da parte del proprio medico curante.