India, stuprata bambina di 8 mesi: arrestato un cugino

La raccapricciante vicenda ha sconvolto il Paese e l'opinione pubblica internazionale. I casi di violenze sui minori in drammatico aumento rendono l'area tra le più pericolose al mondo. La piccola è stata ritrovata dalla madre completamente ricoperta di sangue. All'ospedale la scoperta sconcertante, poi un intervento chirurgico d'urgenza per rimediare alle gravissime lesioni interne riportate.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 30 gennaio 2018

India, stuprata bambina di 8 mesi: arrestato un cugino

Sconcerto in India, per il caso di una bambina di 8 mesi stuprata: arrestato un cugino, 28 anni, che avrebbe già confessato le sue responsabilità agli inquirenti. La piccola era stata ritrovata in casa dalla madre, completamente ricoperta di sangue. La corsa in ospedale, e la sconvolgente scoperta: era stata brutalmente abusata. Per il gravissimo tenore delle lesioni interne riportate, è stato necessario sottoporre la minore a un intervento chirurgico d’urgenza.

Violenza sessuale su una bambina di 8 mesi: confessa il cugino 28enne

La vicenda è accaduta a New Delhi, India. Una donna avrebbe portato la figlia di 8 mesi in pronto soccorso, dopo averla trovata in casa completamente ricoperta di sangue.
Le prime evidenze mediche non hanno dato margine ad alcun dubbio: la minore è stata brutalmente stuprata, e il suo corpicino mostra segni precisi a indicare la natura orribile delle violenze subite.
Secondo fonti di stampa locale, a confessare la propria responsabilità per l’orrendo crimine è stato il cugino della bambina, 28 anni, ora in stato di arresto.

Lesioni gravissime per la piccola vittima

Il quadro clinico si è mostrato da subito nella sua gravità: le lesioni interne si presentavano talmente profonde e gravi da richiedere tre ore di intervento chirurgico.
La minore si trova ora ricoverata in terapia intensiva. Le sue condizioni sono giudicate critiche ma non verserebbe in pericolo di vita, anche se la prognosi, al momento, resta ancora riservata.

India, violenze sui minori in sensibile aumento

Il sensibile aumento dei casi di violenze sui minori, alcune di portata devastante, persino mortale, rende l’India una delle aree maggiormente pericolose per i bambini.
Stime ufficiali delle autorità locali riportano dati che restituiscono una fotografia agghiacciante dello stato attuale: nel 2016, 19.765 casi di abusi sessuali su minori; si tratta di un numero che, tradotto in dato percentuale, si attesta su un incremento dell’82% rispetto al 2015.