India: ginecologo muore di infarto dopo aver salvato una neonata dal soffocamento

I media indiani lo descrivono come un eroe: era così legato al suo lavoro che vi dedicava fino a 20 ore al giorno

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 17 gennaio 2019

India: ginecologo muore di infarto dopo aver salvato una neonata dal soffocamento
Foto: Pixabay

La morte di un ginecologo stroncato da un infarto, dopo aver salvato una neonata da un soffocamento, ha commosso migliaia di persone. E’ successo due sere fa, nell’ambulatorio di base di Patanda, nel distretto di Midnapore, in Bengala Occidentale. A raccontarlo il Times of India. L’eroe di questa storia si chiama Bibhas Khutia e aveva 48 anni, il suo lavoro era tutta la sua vita.

Bibhas lavorava da quindici anni in quell’ospedale. Nel giorno della tragedia, si è presentata in ambulatorio una donna con le doglie, Sonali Maji. Il suo parto a un certo punto si è complicato: la piccola è nata dopo 12 ore di travaglio.

La neonata, però, non dava segni di vita, così il medico ha fatto di tutto per salvarla e farla respirare. Dopo qualche minuto di tentativi, la piccola ha finalmente ha emesso il primo vagito. Nello stesso istante Bibhas è crollato a terra, esanime. Un infarto lo aveva stroncato.

Purtroppo la struttura non era dotata di un defibrillatore, Bibhas è stato quindi trasportato nella clinica della città più vicina. All’arrivo era già morto.

I media indiani lo descrivono come un eroe: era così legato al suo lavoro che vi dedicava fino a 20 ore al giorno, anche per sopperire alla mancanza di altri medici. La continua fatica però e l’assenza di riposo lo hanno ucciso.

LEGGI ANCHE: Neonato in arresto cardiaco, la madre lo salva guidata al telefono dal 118