Il trucco per bambine è pericoloso e dannoso per la pelle

Il trucco per bambine è pericoloso e dannoso per la pelle: come denunciano i pediatri inoltre, il make up per le bambine diventa quasi un modo per le mamme di esprimere la loro frustrazione.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 25 settembre 2012

Il trucco per bambine è pericoloso e dannoso per la pelle

Da sempre considerato un gioco innocuo, il trucco per bambine è un passatempo divertente che nasconde però molte insidie. Il fenomeno preoccupa quando le bambine di 7 o 8 anni si preoccupano talmente del loro aspetto estetico da usare già il make up come una “correzione” di qualcosa che secondo loro non va e non come un gioco. Attenzione però, perché il massiccio uso di make up nelle bambine ha portato a una crescita esponenziale delle dermatiti da contatto o allergiche, che hanno segnato un +16,7% nella fascia di età 8-12 anni.

Preoccupato del fenomeno anche il presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp) Giuseppe Mele, che sottolinea come “oggi i bambini siano considerati sempre più come giocattoli in vetrina, una spettacolarizzazione e un accessorio dei desideri dei genitori”.

Nella società di oggi assistiamo ad un fenomeno preoccupante, ovvero il rischio che “i bambini diventino “accessori viventi”: così la mamma che desidera abiti firmati e costosi, non potendo acquistarne per sé, li compera per i figli, che diventano una sorta di “proiezione” dei propri desideri”.

Un fenomeno davvero preoccupante: ci sono mamme che fanno notizia che arrivano al punto di sottoporre le figlie di 8 o 9 anni ad iniezioni di botox per renderle più belle o che tingono loro i capelli già dai 5 anni di età.

“I minori stanno diventando nuovi oggetti del marketing: se prima i messaggi pubblicitari si rivolgevano solo indirettamente ai piccoli, facendo leva sulle madri, ora invece i bambini diventano “mercato diretto”. Un fenomeno – dice Mele – da monitorare attentamente”.

“Non c’è una legge che preservi il bambino da questi rischi – dice Mele – e il fenomeno si allarga sempre di più”. Attenzione dunque a sottovalutare il problema, che si acuisce quando si parla di tatuaggi temporanei: “È un fenomeno abbastanza diffuso – continua Mele -, non dobbiamo credere che sia solo una moda passeggera. Come Federazione, monitoriamo con grande attenzione diversi siti che consigliano al ragazzo come vestirsi, cosa indossare. E si invitano bambine, anche di 9 anni, a truccarsi in un determinato modo”.

Ovviamente non bisogna esagerare neanche vietando alle bambine di provare il rossetto della mamma o di truccarsi con le amichette: il problema è che questo gioco non si trasformi in un’ossessione che porta le bambine, anche molto piccole, a cercare la perfezione fisica, magari seguendo modelli di attrici o cantanti.