Il calendario cinese in gravidanza: maschio o femmina?

Sarà maschio o femmina? Si può scoprire con il calendario cinese per il sesso del bambino, un metodo di calcolo non scientifico ma curioso.

tabella cinese

Consultando il calendario cinese la vostra gravidanza non avrà sorprese. Con un calcolo veloce e con poche informazioni a disposizione il calendario cinese svelerà le nascite e i loro segreti, cioè ci dirà se il bambino sarà maschio o femmina.

Continua a leggere

Scopri cosa riserva per il tuo segno l’oroscopo cinese!

Continua a leggere

Attenzione, però, il metodo non è scientificamente provato, anche se in tanti lo hanno testato affermando che è veritiero. Anche se così non fosse, comunque, sarà divertente consultare il calendario cinese in gravidanza per curiosare nel futuro e scoprire se ci avrà azzeccato o no!

Continua a leggere

Calendario cinese gravidanza: come si usa

“No, non è un metodo scientifico” come ci tiene a precisare il Cicap, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, ma rimane pur sempre un test divertente e curioso da provare.

Continua a leggere

Continua a leggere

Piedi gonfi in gravidanza: cosa fare

Al massimo ci si ritroverà con un bebè del sesso opposto a quello predetto dal calendario cinese. Per ottenere il vostro risultato è sufficiente controllare la tabella cinese riportata sopra e incrociare due dati, il mese di concepimento del bebè e l’età della mamma al momento del concepimento. Il risultato dovrebbe rivelare il sesso del bebè, identificato dal colore rosa o azzurro. Provatelo!

Scopri come calcolare l’ovulazione per rimanere incinta

Continua a leggere

Continua a leggere

Le origini del calendario cinese nascite

Il metodo usato dal calendario cinese (anche per il concepimento!) per la gravidanza è molto antico: si basa infatti su una tabella ritrovata in una tomba di Pechino, risalente a circa 700 anni fa e oggi conservata nell’Istituto di Scienza sinico. Secondo la tradizione la tabella riuscirebbe a calcolare il sesso del bambino con un’esattezza del 93%. Analizzando lo schema, si nota che i maschietti hanno più probabilità di nascere in luglio se la mamma ha 18, 20, 30 e 42 anni, mentre le maggiori probabilità di avere una bimba sono in aprile, per madri di 21, 22 e 29 anni.

Luna e parto: come influiscono le fasi lunari

Continua a leggere

Continua a leggere

Come già detto non si tratta di un metodo scientifico, ma di uno dei tanti metodi popolari che permettono, in teoria, di calcolare il sesso del nascituro. In Italia, per esempio, si usa osservare la forma della pancia: il pancione a forma di palla indica un maschietto, quello a forma di anguria una femminuccia. O ancora: un pancione basso indica un maschio, uno alto una bambina. Altri prendono in considerazione la salute della pelle e in base alla presenza di acne più o meno pronunciata fanno pronostici. C’è anche chi osserva la peluria sul corpo della mamma: un aumento rispetto al periodo pre-gravidanza indica un bimbo. Infine i sogni, anche loro vengono interpretati per ricavarne informazioni utili, si dice infatti che sognare femmine indica l’arrivo di maschi e viceversa. Non resta che provare anche con il calendario cinese: maschio o femmina, cosa sarà?

Calcolo delle settimane di gravidanza: ecco come si fa

Parole di Martina Di Paolantonio

Laureata in Moda e Costume e da sempre appassionata di cinema, arte contemporanea e scrittura. Amo scovare i dettagli particolari delle cose e raccontarli nel modo più glamour possibile.

Da non perdere