I trucchi per far mangiare le verdure ai bambini

Il motivo per cui ai bambini le verdure proprio non piacciono probabilmente resterà per sempre un mistero, ma i genitori possono ricorrere a dei piccoli escamotage per rendere le primizie dell’orto più appetibili e seppellire l’ascia di guerra

Pubblicato da Irene Bicchielli Giovedì 6 settembre 2018

I trucchi per far mangiare le verdure ai bambini
Foto: Pixabay

La maggioranza dei bambini rifiuta qualsiasi tipo di ortaggio, spesso senza nemmeno assaggiarlo; eppure, le verdure sono alimenti essenziali, dovremmo mangiarne in abbondanza ogni giorno: rappresentano infatti una fonte importante di vitamine, sali minerali, fibre e altre sostanze che servono al corretto sviluppo di chi è in crescita.
Ecco allora qualche semplice trucco per cercare di far mangiare le verdure ai bambini: dalla presentazione alla preparazione, ci sono tanti modi per coinvolgerli e far capire loro che i piatti a base di verdure possono essere anche molto gustosi.
Scopriamo subito quali sono e come metterli in pratica in modo efficace.

Curate la presentazione

Non è solo un modo di dire, anzi: è proprio vero che si mangia prima con gli occhi e poi con la bocca e nel caso dei bambini questo può essere un vantaggio per voi. Dedicate quindi molta cura alla presentazione del piatto ed evitate di portare in tavola cremine verdi o arancioni poco invitanti e cercate invece di creare situazioni divertenti nel piatto: via libera a formine fantasiose, faccine sorridenti e prati pieni di fiori colorati, avranno tutto un altro impatto!

Usate le verdure come gioco

I bambini giocherebbero con qualsiasi cosa e spesso i giochi più semplici sono quelli con cui si intrattengono più a lungo. Perché non provare a mettere in scena un teatrino dove i protagonisti sono la signora Carota e il signor Broccolo, oppure a tagliare patate, baccelli e gambi di sedano da utilizzare come strumenti per dipingere e fare degli stampini? Sarà un modo per avvicinarli alle verdure e chissà che non ci scappi qualche assaggio!

Fate porzioni piccole

Un altro trucco per gli occhi, più che per il palato, è quello di giocare sulle quantità: se i vostri figli non sono ancora dei fan delle verdure, presentargli un piatto colmo di broccoli e melanzane potrebbe “spaventarli” e avere un effetto negativo. Meglio invece offrire porzioni più piccole ma più varie, mettendo insieme ortaggi diversi per un risultato finale molto più invitante e colorato.

Coinvolgeteli nella preparazione

Per rendere il bambino più partecipe e interessato a quello che mangia, un ottimo modo è quello di coinvolgerlo nella preparazione dei piatti, in modo da farlo sentire importante e allo stesso tempo dimostrargli che cucinare può rivelarsi molto divertente. Non serve che gli affidiate compiti complessi e nemmeno che vi mettiate a preparare ricette elaborate, a lui basterà mescolare, aggiungere il sale e passarvi gli ingredienti. Mangiare qualcosa che ha cucinato lui, avrà tutto un altro sapore e sarà molto difficile rifiutare.

Sperimentate ricette nuove

Un problema molto comune fra i genitori è che i figli mangiano sempre le stesse cose. Un modo per evitare questo inconveniente, è quello di sperimentare tante ricette e di portare in tavola ogni giorno piatti diversi fatti con ingredienti sempre nuovi: giocate con le consistenze, frullate, impastate, schiacciate e create pietanze appetitose utilizzando ogni giorno ortaggi diversi. E se un piatto non sarà gradito, non è detto che quell’ingrediente debba essere bandito dalla vostra tavola, potete sempre provare a inserirlo in un’altra ricetta.

Fatevi aiutare dai giochi educativi

ortaggiotti-concorso-pennyNon è finita qui! Grazie a PENNY, frutta e verdura diventano un gioco! Fino al 7 Novembre, la Collezione Ortaggiotti vi permetterà di collezionare 8 simpatici personaggi di peluche a forma di frutta e verdura: a fronte di una spesa di 15 Euro presso un qualsiasi punto vendita Penny Market, riceverete immediatamente un bollino da apporre sulla scheda che vi verrà fornita direttamente al momento della spesa. Raccogliendo 18 bollini potrete ritirare subito, senza alcun contributo aggiuntivo, uno dei peluche della Collezione Gli Ortaggiotti.

Per rendere il tutto ancora più divertente per i bimbi, Penny Market ha deciso di collegare al progetto una App scaricabile gratuitamente dagli store Google Play e AppleStore: avrete a disposizione un personaggio con cui giocare, fare foto con filtri speciali e tante altre divertenti attività; e per sbloccare nuovi personaggi, vi basterà scannerizzare i codici appositi che trovate all’interno in un qualsiasi Penny Market.

Inoltre, ogni Ortaggiotto che portate a casa con voi potrebbe essere una buona occasione per raccontare qualcosa ai vostri bimbi sulle verdure di stagione, sulle virtù che hanno e sulle mille ricette golose che si possono realizzare partendo da un semplicissimo e salutare ortaggio. Cavolfiore, pomodoro, melanzana: siete pronti a cominciare la raccolta dei simpatici Ortaggiotti?

Contenuto di informazione pubblicitaria