Giornata Mondiale degli Oceani: i brand e le iniziative beauty che rispettano l'ecosistema marino

Anche il mondo della bellezza si impegna a ridurre l'impatto ambientale e l'inquinamento dei mari, progettando flaconi e prodotti ecosostenibili e biodegradabili

Giornata Mondiale degli Oceani: brand beauty più attenti

Foto Pexels | Ben Mack

Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, istituita nel 1992 e riconosciuta dall’Onu nel 2008. Un appuntamento volto a riflettere sulle condizioni dei nostri mari, tra inquinamento e pesca intensiva.

Anche il mondo beauty è sempre più attento all’ecosistema terrestre e marino, lanciando iniziative e proponendo prodotti sostenibili, eco compatibili e biodegradabili, dal minor impatto possibile.

Brand e prodotti impegnati nella salvaguardia degli oceani

Soprattutto in vista dell’estate, è importante scegliere creme e solari che una volta a contatto con l’acqua, non vanno a minare il fragile equilibrio di flora e fauna.

Altrettanto fondamentale è ridurre al minimo l’utilizzo della plastica, principale responsabile dell’inquinamento degli oceani, con pesanti ripercussioni sulla salute del pianeta e dell’uomo.

Diamo un’occhiata ad alcuni brand tra i più virtuosi nei confronti degli oceani.

Caudalie

I fondatori di Caudalie Mathilde e Bertrand Thomas insieme a Tristan Lecomte di Pur Project partecipano all’iniziativa 100% Plastic Collect, con l’obiettivo di raccogliere e riciclare rifiuti plastici nella stessa quantità usata dal brand.

L’iniziativa ha sede in Thailandia, al sesto posto nel mondo per inquinamento marino, e mette in contatto le aziende con le realtà locali con il duplice obiettivo di ripulire le acque e di coinvolgere gli abiti nel riciclo e e nella produzione di nuovi materiali.

Caudalie nel 2020 ha raccolto e riciclato 600 tonnellate di plastica e ha l’obiettivo di rendere riciclabile, riciclato o ricaricabile tutte le sue confezioni entro il 2022, di pari passo con l’utilizzo del minimo 95% di ingredienti di origine naturale per tutte le formulazioni.

Per azzerare le emissioni di CO2 dovute alla produzione, pianterà entro fine anno 9 milioni di alberi insieme a 1% for the Planet, che corrispondono al quadruplo delle emissioni di Caudalie.

Màdara Organic Skincare

Màdara, nata in Lettonia nel 2006, oltre a garantire una produzione organica rigorosa dei prodotti, utilizza confezioni e bottiglie riciclabili al 100%. Per gli imballaggi impiega i rifiuti raccolti negli oceani o plastiche ottenute dalla lavorazione della canna da zucchero.

La scelta di non utilizzare plastica prodotta ex-novo significa una riduzione del 40% delle emissioni di CO2 per ogni flacone.

Comfort Zone

Si chiama Mare d’Amare l’iniziativa promossa dal brand Comfort Zone che si impegna a ripulire mari e spiagge italiane dalla plastica. Per farlo, ha scelto di collaborazione con la Plastic Free Odv Onlus, che si occupa di sensibilizzare circa gli effetti devastanti causati dalla plastica: le coste e i mari italiani sono invasi da 150 tonnellate di rifiuti.

Fino al 26 giugno nei negozi e sul sito del brand sarà possibile acquistare i prodotti delle linee idratanti e solari Hydramemory, Sun Soul, Water Soul con uno sconto del 30% e si potrà inoltre usufruire di un trattamento viso professionale a un prezzo speciale. Per ciascun prodotto acquistato, una parte del ricavato sarà desinato alla onlus e nello specifico alla realizzazione di eventi di raccolta della plastica lungo le spiagge d’Italia.

Davines

Davines anche quest’anno permuove l’iniziativa Tuteliamo il mare, che negli ultimi 4 anni ha raccolto 98 mila euro destinati alla tuta ambientale. Quest’anno l’obiettivo è salvaguardare l’arcipelago delle Eolie, patrimonio UNESCO, supportando l’ONG Sea Shepherd che contrastar la pesca illegale.

Come funziona: fino al 30 agosto acquistando in salone i solari SU per la protezione di capelli e pelle, per ogni 60 €, 1 verrà devoluto alla onlus, che collabora con Guardia Costiera. Inoltre, si riceverà in regalo un telo mare realizzato in materiali 100% riciclati.

Lavera

Il marchio tedesco Lavera, che propone solo prodotti ecobio a un prezzo molto competitivo, si impegna a tutelare mari e oceani con una linea di solari formulati con ingredienti naturali e filtri fisici.

In particolare, i prodotti con spf sono reef friendly, ovvero rispettosi nientemeno che della barriera corallina seguendo le rigorose leggi hawaiane in merito. Perciò niente microplastiche e ingredienti artificiali, ma solo filtri minerali come ossido di zinco e titanio, e ingredienti nutrienti e resistenti all’acqua come l’olio di semi di girasole e di cocco bio.

Freshly Cosmetics

Il marchio Freshly Cosmetics agisce secondo la filosofia Planet First: flaconi ricaricabili, formule naturali biodegradabili che non impattano sull’ambiente, packaging sostenibili a base di vetro, alluminio, kraft e legno, collaborazione con la ONG We Forest.

Per quanto riguarda l’attenzione agli oceani, in dentifrici e scrub non sono contenute microplastiche, e non vengono utilizzati filtri chimici nelle creme solari, bensì fisici come l’ossido di zinco, che non altera l’ecosistema. Dal 2018 ad oggi, il marchio ha contribuito a evitare la dispersione di oltre 2.700 kg di crema solare dannosi per gli oceani e la fauna marina.

Parole di Carlotta Tosoni