#blacklivesmatter, tutte le star che si sono schierate a favore del movimento

Decine di star si sono schierate a sostegno del movimento #BlackLivesMatter, chiedendo ad alta voce giustizia per la morte di George Floyd.

Michael B. Jordan

Foto Getty Images | Rich Fury

La drammatica morte di George Floyd ha scosso le coscienze di milioni di persone in tutto il mondo e ha dato vita a numerose manifestazioni di protesta cui hanno aderito tantissime star. Quello che è accaduto al 46enne afroamericano a Minneapolis, lo scorso 25 maggio 2020, ha portato molti cittadini a scendere per le strade chiedendo giustizia. Scopriamo chi sono i vip che hanno fatto sentire la propria voce.

Le star a sostegno di George Floyd

Sono davvero tantissimi i personaggi famosi che sono intervenuti in un momento così drammatico. Molti di loro, attori e cantanti amatissimi dal pubblico, sono scesi in piazza per manifestare al grido di #BlackLivesMatter. Da Shawn Mendez a Camila Cabello, da John Cusack a Paris Jackson, da Ariana Grande a Emily Ratajkowski, questi sono solo alcuni dei nomi di chi ha speso il suo impegno per strada.

Molti altri hanno invece deciso di far sentire la propria voce sui social, che è ormai uno dei principali mezzi di comunicazione. E così i toccanti post di star quali Beyoncé e Billie Eilish, Rihanna e Kim Kardashian, Selena Gomez e The Rock hanno immediatamente colpito al cuore i loro fan e sono diventati virali.

Ecco il video che ha fatto urlare di orgoglio i fan, che chiedono a gran voce a Dwayne Johnson di candidarsi alle prossime elezioni.

Sempre sui social è stata promossa una protesta silenziosa: molte star come Sarah Jessica Parker e Kylie Jenner hanno deciso di pubblicare uno sfondo nero, rispettando un giorno di blackout. Molto commovente è anche l’omaggio musicale di Mariah Carey, che su Instagram ha cantato una strofa di una delle sue bellissime canzoni dedicandola a George Floyd.

Il mondo dello sport e le donazioni

Anche dall’ambiente sportivo sono arrivati tantissimi messaggi di cordoglio per la morte di George Floyd. Una su tutte è la voce di Lebron James, che si è immediatamente unito alla protesta. Mentre il pugile Floyd Mayweather ha annunciato di voler pagare il funerale di George e altre due commemorazioni in suo onore.

Sono ingenti le donazioni che, negli ultimi giorni, sono arrivate da parte delle star. Il gesto di Kanye West, che si è offerto di pagare le spese per l’istruzione della figlia di George Floyd, è solo una goccia nell’oceano. Ryan Reynolds e Blake Lively hanno versato 200mila dollari per il fondo NAACP Legal Defense, mentre Gwyneth Paltrow e Demi Lovato hanno sponsorizzato alcune organizzazioni di beneficenza cui fare donazioni.

Anche la regina Elisabetta si schiera

Tramite il profilo Twitter del The Queen’s Commonwealth Trust, l’organizzazione di cui è patrona, anche la regina Elisabetta II lancia un importante messaggio. Il suo è un appello ai più giovani per lottare contro il razzismo. “Il silenzio non è un’opzione” – si legge a conclusione del suo tweet, che ha raccolto migliaia di consensi.

Nel frattempo è intervenuta anche Meghan Markle, che già da anni si dedica alla lotta contro ogni discriminazione. In un discorso agli studenti di un liceo di Los Angeles, ha speso parole toccanti per la morte di George Floyd e ha invitato i ragazzi a far sentire la loro voce per combattere il razzismo.

Parole di Giulia Sbaffi