Genitori costringono la figlia di 9 anni a prostituirsi con degli anziani per 30€

La vittima è una bambina di Palermo. La madre organizzava incontri in casa in cui degli uomini avevano rapporti sia con lei che con la figlia

Pubblicato da Maria T. Ferrari Martedì 8 maggio 2018

Genitori costringono la figlia di 9 anni a prostituirsi con degli anziani per 30€

Foto Di Photographee.eu/Shutterstock.com
Una bambina di 9 anni è stata costretta a prostituirsi con degli adulti, obbligata dai genitori, e a guardare la madre che faceva lo stesso. La piccola ha confermato tutto davanti al gip, assistito da una psicologa infantile.
Mamma e papà sono stati arrestati, come anche due agricoltori di 63 e 79 anni che avrebbero abusato della bambina.
I genitori si sono rifiutati di rispondere davanti al giudice, mentre gli uomini coinvolti hanno negato di avere avuto dei rapporti con la bambina o con la madre.
Gli indagati sono agli arresti domiciliari, mentre la piccola è stata affidata a una casa famiglia.
A far partire l’inchiesta, la denuncia di un uomo che aveva visto la bambina in campagna appartarsi con uno degli indiziati per un rapporto sessuale. Gli incontri erano organizzati dalla madre, che partecipava poi attivamente.
Al riguardo la bambina ha dichiarato: “Lasciava i soldi a me, mi dava 30 euro. A casa c’era anche mio padre che dormiva perché era stanco, se penso a queste cose sento tristezza. Glielo dicevo a mia madre che non mi piacevano quelle cose. Non lo so però come è che mi ritrovavo a farle, ma non sono arrabbiata con mia madre perché lei non mi ha fatto niente di male”.