Festa nazionale del gatto: ecco quali sono quelli famosi, anche più dei loro padroni

La festa è nata in Italia nel 1990 e ha una storia davvero interessante. Ecco qual è e quali sono quelli più famosi, a volte anche più dei loro padroni

nala coby the cat

Foto Instagram | Profilo ufficiale Nala e Coby the Cat

Se avete un gatto oggi è la giornata giusta per festeggiarlo e riempirlo di attenzioni. Il 17 febbraio, infatti, si celebra la Festa Nazionale del Gatto. La ricorrenza è nata nel 1990 e ha una storia molto particolare.

Quell’anno, infatti, la giornalista Claudia Angeletti propose sulla rivista Tuttogatto un referendum per stabilire quale fosse il giorno più adatto da dedicare a questi animali domestici. A vincere fu la proposto da Oriella Del Col, che motivo la scelta in diversi modi.

Innanzitutto, febbraio è il mese dei nati sotto il segno dell’Acquario. Spiriti liberi e anticonformisti, un po’ come i gatti. Inoltre, il 17 è da sempre considerato un numero porta sfortuna, un’altra “caratteristica” che viene associata ad alcuni gatti. Questo numero, infine, può anche essere suddiviso in 1 e 7, quindi “una vita per 7 volte”, che si ricollega alla credenza per cui i gatti abbiano sette vite.

La festa del gatto viene celebrata anche nel resto del mondo, ma in periodi diversi. Se anche la Polonia ha scelto il 17 febbraio, in America si celebra il 29 ottobre e il Giappone il 22 febbraio.

I gatti più famosi

Negli anni ci sono stati diversi gatti che sono diventati famosi, a volte anche più dei loro padroni. Da Nala a Bob, fino al bellissimo birmano bianco di Karl Lagerfeld, conosciamo alcuni gatti famosi.

Larry, il gatto di Downing Street

Larry ha da poco, lo scorso 15 febbraio, festeggiato i 10 anni di permanenza a Downing Street. Questo gatto dal pelo bianco e grigio è una vera e propria superstar in Inghilterra. Amato dall’ex primo ministro David Cameron e dalla Regina Elisabetta, Larry ha anche pubblicato una sua biografia, The Larry Diaris, scritta dal giornalista James Robinson.

Oltre ad essere super amato dai sudditi di sua maestà, Larry si è fatto voler bene da tutti, compresi i capi politici in visita a Downing Street.

Choupette, la gatta di Karl Lagerfeld

Choupette non potrà mai essere più famosa del suo padrone, lo stilista Karl Lagerfeld, ma ha comunque un profilo su Instagram con quasi 250mila followers.

Quando il suo padre è venuto a mancare, nel febbraio del 2019, si vociferava che lo stilista avesse lasciato tutta la sua eredita alla sua bellissima gatta birmana bianca. Ipotesi smentita, anche se Choupette possiede un conto in banca a lei intestato, come una vera “principessa di papà”.

Coby the Cat

Può un gatto avere quasi 2 milioni di follower su Instagram? La risposta è sì. Lui è Coby the cat, un gatto di razza British Shorthair dai grandissimi e super intensi occhi azzurri. La sua padrona, un art director americana, ormai da diverso tempo posta le sue foto, ritraendolo in diverse situazioni simpatiche e di vita quotidiana.

Bob, il gatto di James Bowen

Questo bellissimo micio rosso ha letteralmente cambiato la vita di James Bowen. I due si incontrano per la prima volta nel 2007. James, all’epoca tossicodipendente sulla via della guarigione, trovò il gatto ferito e inizio a prendersene cura.

La loro amicizia è diventata famosa in tutto il mondo grazie al romanzo A Street Cat Name Bob da cui è stato tratto anche il film A spasso con Bob. Purtroppo, il simpatico gattone rosso è morto, all’età di 14 anni, il 17 agosto 2020.

gatto bob james bowen
Foto Getty Images | Shirlaine Forrest

Nala

Nala è senza dubbio il gatto più famoso su Instagram. Questo simpatico felino, infatti, ha più di 4 milioni di follower. Cifra che le ha permesso di ottenere il Guinness World Record come gatto più “influente” di Instagram.

Il profilo di Nala è stato inizialmente aperto da Pookie Methachittiphan, la sua padrona, per condividere le sue foto con parenti a amici. Poi i suoi bellissimi occhi azzurri, e la particolarità che sia affetta da strabismo, l’hanno subito fatta amare da tantissimi in tutto il mondo. Tanto che oggi un famoso brand di mangimi per gatti l’ha voluta per la sua campagna pubblicitaria e le ha anche dedicato una linea di prodotti.

Leggi anche: I benefici di avere un gatto: perchè fa bene alla salute

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.