Galatina, avvocatessa aggredita davanti alla figlia di 7 anni finisce al pronto soccorso

La professionista di 46 anni è stata aggredita da un cliente che, dopo averla prese a male parole e offesa pesantemente sia a livello personale che lavorativo, l'ha strattonata per una mano causandole una leggera lussazione. La vicenda è avvenuta sotto gli occhi della figlioletta appena uscita dalla scuola.

Pubblicato da Redazione Venerdì 18 maggio 2018

Galatina, avvocatessa aggredita davanti alla figlia di 7 anni finisce al pronto soccorso
Centor di Galatina | Foto Di Cogi66/Shutterstock

Daniela Sindaco, avvocatessa di 46 anni, è stata aggredita da un cliente nel centro della città. La professionista, che si era recata intorno alle 17 nel centro di Galatina, per recuperare la figlia e una compagna di classe all’uscita della scuola è stata raggiunta da un cliente che l’ha aggredita.

La donna, insieme alla babysitter e alle due bambine, stava recuperando la macchina a pochi metri dalla scuola quando un cliente, che voleva discutere di alcune pratiche relative alla sua causa l’ha fermata. Il legale ha invitato l’uomo a presentarsi presso il suo studio, ma dopo aver allontanato le piccole, è tornata indietro per chiarirsi.

Proprio qui la situazione è degenerata: l’uomo ha prima offeso l’avvocato sia sotto il lato professionale che personale e, fingendo poi di salutarla, l’avrebbe strattonata per la mano. Per scaricare la rabbia, questo, avrebbe poi continuato prendendo a testate e pugni un palo della luce.

Tutta la scena, fortunatamente, è stata poi ripresa con il cellulare da una collega. L’avvocatessa si è poi recata all’ospedale dove le è stata riscontrata una lieve lussazione all’altezza della scapola destra: non si escludono ripercussioni penali nella vicenda.